Terremoto Emilia: piano di emergenza per le imprese

di Teresa Barone

scritto il

La Regione Emilia Romagna ha illustrato il piano di interventi per le imprese colpite dal sisma, chiedendo il sostegno del Governo: sospensione imposte e contributi, ammortizzatori, fondi a tasso zero.

La Giunta Regionale dell’Emilia Romagna ha reso noti i punti chiave degli interventi a favore delle imprese danneggiate dal sisma, gli stessi che saranno presentati al Governo insieme alla richiesta di sostegno al territorio, per garantire aiuti e far ripartire le attività imprenditoriali.

Su proposta del presidente Vasco Errani è stato elaborato un piano di emergenza che prevede la sospensione delle imposte, dei tributi e dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria per i cittadini e le imprese appartenenti ai settori Industria, Agricoltura, Artigianato, Commercio e Turismo.

La Regione chiede anche il riconoscimento degli ammortizzatori sociali ordinari e in deroga, nonché le garanzie offerte dal fondo centrale per favorire la liquidità a breve e i finanziamenti a lungo termine, più un fondo di risorse a tasso zero finalizzato a supportare gli interventi di ricostruzione.

Secondo la Giunta regionale dell’Emilia-Romagna, inoltre, bisognerebbe anche intervenire con la sospensione dei pagamenti delle rate di mutui e finanziamenti, unitamente all’esclusione dal patto di stabilità degli enti locali.

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali