Bando Reti Imprese: proroga al 15 ottobre

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Prorogata al 15 ottobre la scadenza del bando per la promozione di Reti di Imprese nei settori artigianato digitale e manifattura sostenibile: requisiti e istruzioni.

La scadenza per la presentazione delle domande di accesso al Bando Reti di Imprese – per programmi innovativi localizzati sull’intero territorio nazionale, realizzati da reti di imprese per la diffusione, condivisione e lo sviluppo produttivo delle tecnologie di fabbricazione digitale e della manifattura sostenibile – è stata prorogata al 15 ottobre 2015, con decreto del Ministro dello Sviluppo Economico 24 settembre 2015, pubblicato sul sito istituzionale.

Bando

Si tratta dell’intervento denominato “Reti di impresa per l’artigianato digitale”, iniziativa del Ministero volta a sostenere le imprese che si riuniscono in aggregazioni come contratti di rete con lo scopo di promuovere attività innovative nell’ambito dell’artigianato digitale e manifattura sostenibile. Tra i vincoli, la presenza di:

  • almeno 15 imprese;
  • imprese artigiane o microimprese, in misura almeno pari al 50% dei partecipanti.

I programmi devono essere finalizzati al conseguimento di uno o più dei seguenti obiettivi dello strumento agevolativo:

  • creazione di centri di sviluppo di software e hardware a codice sorgente aperto per la crescita e il trasferimento di conoscenze a scuole, cittadinanza, artigiani e microimprese;
  • creazione di centri per l’incubazione di realtà innovative nel mondo dell’artigianato digitale;
  • creazione di centri per servizi di fabbricazione digitale rivolti ad artigiani e a microimprese;
  • messa a disposizione di tecnologie di fabbricazione digitale;
  • creazione di nuove realtà artigianali o reti manifatturiere incentrate sulle tecnologie di fabbricazione digitale.

Devono inoltre prevedere:

  • spese ammissibili, al netto dell’IVA, non inferiori a euro 100.000,00 e non superiori a euro 1.400.000,00;
  • una durata non inferiore a 24 mesi e non superiore a 36 mesi dalla data di ricezione del decreto di concessione;
  • forme di collaborazione con Istituti di ricerca pubblici, Università, Istituzioni scolastiche autonome, Imprese ed Enti autonomi con funzioni di rappresentanza del tessuto produttivo.

=> Formule di crescita per PMI: i modelli aggregativi

Domanda

La risorse stanziate sono pari a 9,06 milioni di euro. Le domande devono essere trasmesse tramite Posta Elettronica Certificata all’indirizzo dgiai.artigianatodigitale@pec.mise.gov.it.  Inizialmente, il termine per la presentazione delle istanze era stato fissato dal decreto del MiSE del 17 febbraio 2015 al 25 settembre. Con il decreto di proroga il Ministero ha accolto le richieste delle imprese che lamentavano difficoltà in merito al completamento delle attività di predisposizione delle domande in tempi utili alla loro presentazione. Difficoltà riscontrate in particolar mondo relativamente al vincolo imposto sul numero minimo di imprese facenti parte dell’aggregazione. La nuova scadenza è stata quindi fissata alle ore 12:00 del giorno 15 ottobre 2015.

.

I Video di PMI

Fondo di Garanzia per PMI