Decreto Aiuti bis: guida alle misure per le imprese

di Redazione PMI.it

scritto il

Il MISE illustra le misure per le imprese e la competitività del sistema produttivo italiano previste dal nuovo Decreto Aiuti bis.

Il decreto Aiuti bis prevede non soltanto ristori alle famiglie ma anche misure per la competitività delle imprese, per favorire l’attrazione degli investimenti in settori strategici come i semiconduttori, e lo sviluppo italiano di filiere industriali. Dei 17 miliardi di euro stanziati, infatti, circa 5,5 miliardi vanno al mondo produttivo.

Contratti Sviluppo e IPCEI

Per prima cosa sono stati rifinanziati i Contratti di Sviluppo (40 milioni nel 2022, 400 milioni nel 2023, 12 milioni per ciascun anno dal 2024 al 2030) e gli IPCEI (20 milioni nel 2022, 350 milioni nel 2023 e 35 milioni per ciascun anno dal 2024 al 2030).

TV Digitale Terrestre

Per la filiera connessa alla TV Digitale Terrestre, a beneficio delle comunità montane e delle altre zone dove ancora non è stata assicurata la ricezione del segnale televisivo, sono stanziati anche 7,5 milioni di euro per l’innalzamento fino a 50 euro del Bonus TV per l’acquisto di apparati per ricevere il nuovo segnale del digitale terrestre. Con altri 2,5 milioni di euro per il 2022 si prevede l’adeguamento degli impianti di trasmissione autorizzati alla riattivazione in quanto non soggetti a interferenze. Le modalità operative saranno indicate da un successivo decreto del Ministro dello sviluppo Economico, entro 30 giorni dall’entrata in vigore del Decreto.

Investimenti strategici

Per sostenere Acciaierie d’Italia si autorizza Invitalia a sottoscrivere aumenti di capitale o altri strumenti per il suo rafforzamento patrimoniale, fino ad un miliardo. Per la ex Alitalia, si assicurano per il 2022 i rimborsi ai viaggiatori e la gestione del personale in carico all’AS.

Energia

Azzeramento oneri generali di sistema per l’elettricità per il quarto trimestre 2022; riduzione al 5% dell’aliquota IVA sul gas fino al 31 dicembre; abbattimento oneri generali sul gas fin al 31 dicembre (così come il Bonus Sociale per le bollette elettriche e del gas delle famiglie con ISEE inferiore a 12mila euro). Taglio delle accise su benzina e gasolio GPL fino al 20 settembre.