Tratto dallo speciale:

Superbonus 2022: proroga e regole in Gazzetta Ufficiale

di Alessandra Gualtieri

scritto il

Proroga Superbonus in Gazzetta Ufficiale: nella Manovra 2022, tutte le nuove scadenze e regole per la detrazione al 110% e per gli altri bonus.

Con la pubblicazione della Legge di Bilancio 2022 in Gazzetta Ufficiale, è divenuta definitiva la proroga dei benefici previsti nell’ambito del Superbonus 110%, con le nuove scadenze e percentuali di detrazione: per le abitazioni unifamiliari la scadenza è fissata al 31 dicembre 2022 senza ulteriori vincoli rispetto a quelli 2021; per i condomini c’è la proroga fino al 2025 ma con con riduzione progressiva dello sgravio o del credito, che si attua a partire dal 2024.

Aliquote e scadenze per il Superbonus 110%

  • Il Superbonus resta al 110% fino al 2023, scende al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025 per i lavori effettuati dai condomìni, da persone fisiche su edifici composti da due a quattro unità immobiliari distintamente accatastate e per le onlus.
  • Per i lavori  effettuati da persone fisiche sulle villette (unità monofamiliari), la detrazione resta al 110% fino al 31 dicembre 2022, purché entro il 30 giugno sia stato raggiunto il SAL del 30% degli interventi previsti.
  • Per gli IAAP (istituti autonomi case popolari) e le cooperative di abitazione a proprietà indivisa, la proroga è fissata al 2023 a condizione che il SAL di fine giugno raggiunga l’obiettivo del 60% dei lavori.
  • Per gli interventi nei territori colpiti da eventi sismici dal 1° aprile 2009 con stato di emergenza, la detrazione resta al 110% per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2025.

Le proroghe valgono anche per  interventi trainati e per l’installazione di impianti solari fotovoltaici e colonnine di ricarica dei veicoli elettrici. Per le spese sostenute dal 1° gennaio 2022, la detrazione è ripartita in quattro quote annuali di pari importo.

Calendario scadenze

Superbonus Scadenza
Condomini ed edifici plurifamiliari 110% 31/12/2023
Condomini ed edifici plurifamiliari 70% 31/12/2024
Condomini ed edifici plurifamiliari 65% 31/12/2025
Persone fisiche 110%
(SAL 30% al 30/06/2022)
31/12/2022
IACP e cooperative a proprietà indivisa 110%
(SAL 60% al 30/06/2023)
31/12/2023

Cessione credito e sconto in fattura

Prorogate anche le opzioni per la cessione del credito o per lo sconto in fattura (articolo 121 del decreto 34/2020):

  • per interventi di natura edilizia ed energetica, proroga fino al 2024;
  • per interventi rientranti nel Superbonus proroga fino al 2025.

I nuovi vincoli introdotti dal Decreto Antifrodi (visto di conformità e asseverazione) sono confluiti nella Legge di Bilancio 2022. Il prezzario di riferimento è quello indicato nel DM Sviluppo Economico del 6 agosto 2020 e, per alcune categorie di beni, dal DM Transizione ecologica.

Altri bonus edilizie

Per quanto concerne gli altri bonus edilizi, proroga fino al 2024 il Bonus Ristrutturazioni (al 50% fino a un tetto di spesa di 96mila euro) e l’Ecobonus ordinario (al 65% con tetti di spesa variabili a seconda dei lavori). Il Bonus Mobili al 50% fino a 10mila euro è concesso per il solo 2022, mentre scende a 5mila euro nel 2023 e 2024. Infine, restano fino al 2024 anche il Bonus Verde (al 36% fino a un tetto di spesa di 5mila euro) ed il Bonus Facciate (ridotto però al 60%, senza tetto di spesa).

Nuovo Bonus 2022

Per il 2022 è prevista una nuova detrazione per eliminazione barriere architettoniche pari al 75% su un tetto di spesa da 50mila euro per gli edifici unifamiliari o unità immobiliari in edifici plurifamiliari fino a 40mila euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari per edifici composti da due a otto unità, o 30mila euro per il numero delle unità per  edifici composti da più di otto unità.