Bonus facciate e balconi: regole per parapetti, ringhiere e luci

di Redazione PMI.it

scritto il

Ammessa la detrazione per installazione di corpi illuminanti a soffitto o a parete connesse al rifacimento della facciata ma solo a determinate condizioni.

Il  Bonus Facciate spetta per interventi sui parapetti dei balconi (ringhiere metalliche e parti in vetro) mentre per l’installazione di corpi illuminanti a soffitto o a parete, la detrazione spetta solo in presenza di motivi tecnici, da verificarsi caso per caso: lo precisa l’Agenzia delle Entrate nella risposta n. 482 del 15 luglio 2021.

Nel presupposto che si tratti di opere accessorie dell’intervento sulle facciate esterne, secondo l’Agenzia il bonus deve trovare motivazione dai documenti di progetto degli interventi nel loro complesso. Insomma, è agevolabile l’installazione di elementi di illuminazione funzionali agli interventi  primari.

Nel caso in oggetto, l’obiettivo era “rendere gradevole la vista e dare risalto all’architettura dell’edificio anche nelle ore notturne”. Tale valutazione non può dunque essere effettuata in sede di interpello, restando in ogni caso fermi i poteri di controllo dell’amministrazione. In pratica, l’installazione deve essere motivata tecnicamente nel progetto.

=> Requisiti per il Bonus Facciate e casi particolari

Il bonus, lo ricordiamo, è limitato alle spese documentate sostenute negli anni 2020 e 2021 e relative ad interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in zona A o B o assimilabili, realizzati esclusivamente sulle “strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi”. I dettagli nella risposta all’interpello.