Nuova Sabatini, domande dal 7 febbraio

di Redazione PMI.it

scritto il

Il Mise riapre le procedure di domanda per i finanziamenti agevolati Nuova Sabatini: richieste dal 7 febbraio 2019, modalità di presentazione e regole.

Tornano gli incentivi della Nuova Sabatini per le PMI che acquistano macchinari nuovi: il ministero riapre le procedure per la domanda. Dal 7 febbraio è possibile presentare nuove istanze di finanziamento agevolato che consente di acquistare o acquisire in leasing  macchinari, software e tecnologie digitali.

Le regole sono invariate: si utilizzano i moduli messi a disposizione sul sito del ministero dello Sviluppo Economico e si presenta la richiesta a una delle banche convenzionate.

La riapertura dei termini è motivata dai nuovi stanziamenti previsti dalla manovra 2019 – che ha destinato alla Nuova Sabatini 480 milioni di euro – e prevista da decreto direttoriale 1338 del 28 gennaio 2019.

Coloro che avevano presentato domanda prima del 4 dicembre 2018 (giorno di chiusura dello sportello 2018 per esaurimento risorse), non devono ripresentare una nuova richiesta. Le banche possono inviare le relative prenotazioni al Ministero dal primo febbraio (le regole sono previste dal decreto direttoriale numero 1337 del 28 gennaio).

Le domande presentate dal 4 dicembre 2018 fino al 6 febbraio 2019 sono considerate irricevibili.

Gli investimenti ammessi devono essere fra 20mila e 2 milioni di euro, il finanziamento dura al massimo cinque anni, il contributo a carico del Ministero è pari al 2,75% per gli investimenti ordinari e al 3,575% per gli investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti. Per approfondire, ecco la scheda completa sul sito MiSE.