Apple iPad, innovazione e successo o delusione e perplessità ?

di Filippo Vendrame

scritto il

Presentato da uno Steve Jobs in piena forma, l’iPad, il nuovissimo e rivoluzionario Tablet Pc di Apple (guarda anche la gallery realizzata da oneBlog) ha da subito messo in fermento la rete ed anche i media tradizionali, basti pensare che nei Tg serali veniva già  presentato quando ancora il Keynote di Apple era in pieno svolgimento.

Tutto bene? No, a dire la verità . Negli ultimi anni, soprattutto da quando è stato presentato l’iPhone, ogni evento Apple era un susseguirsi di “applausi”, consensi e lodi. Questa volta l’accoglienza dell’iPad è stata fredda, anzi potrei quasi dire negativa.


Ho girato blog tematici italiani e stranieri, letto commenti da ogni forum e ho scoperto che il “vero consenso” per questo nuovo prodotto è davvero molto basso, mentre invece vanno per la maggiore dubbi e perplessità .

Perchè? Perchè gli utenti si aspettavano di più di un iPod “gigante” e si aspettavano almeno che il S.O. non fosse quello dell’Ipod/Iphone ma una versione light di Snow Leopard, cosa che avrebbe comportato una maggiore elasticità  d’uso.

Se ci pensiamo l’iPad va a confrontarsi non tanto con la categoria smartphone o quella quasi inesistente degli e-Book, ma con quella dei Netbook.

Qui, anche se l’hardware è più prestante di quello di un netbook e l’iPhone OS è uno dei S.O. più veloci della categoria, non possiamo nascondere che mancano all’appello alcune caratteristiche davvero fondamentali per un uso professionale.

In primis viene criticata la cronica mancanza del multitasking. Passi per l’iPhone (“ma anche no…”), ma per un Tablet Pc così avanzato la possibilità  di poter utilizzare più applicazioni in parallelo doveva essere prevista.
In seconda battuta si punta il dito ancora una volta sulla mancanza del supporto flash del browser, giudicata gravissima per un prodotto simile.

Inoltre, appare macchinoso e costoso l’accoppiamento di hardware esterno con l’iPad. Per esempio, per collegare una macchina fotografica e scaricare fotografie da visualizzare con il software iPhoto è necessario comprare un adattatore, e non è chiaro come si possa interfacciare una chiavetta USB o una memoria SD esterna.

Nonostante l’iPad sia un vero concentrato di tecnologie – alcune delle quali davvero innovative (la suite iLife è uno spettacolo) – gli utenti, quelli veri e cioè che comprano ed usano i device Apple, “rimandano” l’acquisto in attesa che il S.O. venga meglio definito (attualmente è in fase beta) e di conoscerlo in maniera più approfondita, per scoprirne meglio le potenzialità  d’uso.

Per Apple, in ogni caso, dopo anni di successo indiscusso, è arrivata una piccolissima battuta d’arresto, anche se già  tutti pensano che, tra 2-3 mesi, quando cioè l’iPad verrà  immesso sul mercato europeo, sarà  comunque un grandissimo successo e le critiche lasceranno il passo solo agli elogi.