Dalla Cina un trojan avanzato per Windows Mobile

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

La notizia arriva dai laboratori McAfee ed evidenzia la scoperta di un nuovo trojan che attacca i palmari o i cellulari che dispongono del sistema operativo Windows Mobile.

Ci risiamo, dopo le recenti discussioni sul come proteggere un dispositivo portatile e sulle necessità o meno di istallare un antivirus, ecco arrivare una notizia che destabilizza il mondo mobile.

La notizia arriva dai laboratori McAfee ed evidenzia la scoperta di un nuovo trojan che attacca i palmari o i cellulari che dispongono del sistema operativo Windows Mobile.

 

Il trojan è stato scoperto in Cina, ed esegue diverse operazioni sul sistema ospite. Innanzitutto invia alcune informazioni del dispositivo, come il serial number, o le caratteristiche del sistema operativo, all’autore del trojan. In secondo luogo istalla ulteriore software malizioso, lasciando così il dispositivo vulnerabile ad attacchi esterni. Ad esempio, disabilita le protezioni di sicurezza configurate, impedendo al sistema di visualizzare messaggi di avviso in fase di istallazione di programmi, rendendo trasparente anche l’istallazione di altre minacce.

Il meccanismo di ingresso è quello di nascondersi in download di altre applicazione largamente utilizzate, ad esempio Google Maps, oppure all’interno di giochi.

Dalle “cronache” si nota come i sistemi operativi Windows Mobile siano molto più vulnerabili (o molto più bersagliati, ognuno scelga la versione che preferisce) di quelli Symbian ad esempio.

Non staremo per caso ripercorrendo la strada dei desktop anche con i dispositivi mobili?

I Video di PMI

Video su Facebook: impariamo dai più bravi