WiMi: il WiFi nel centro di Milano

di Barbara Weisz

scritto il

Partito il progetto WiMi, un'area wireless da San Babila al Castello, ma sul web si può navigare solo un'ora al giorno. Illimitato l'accesso ai servizi del comune. Nei prossimi mesi saranno coperte altre zone.

Si comincia dal centro, poi il servizio verrà esteso anche ad altre zone della città. A Milano da oggi, nella zona che va da Piazza San Babila a Piazza Cairoli, è possibile navigare gratuitamente in wi-fi. Attenzione, l’accesso al web è possibile solo per un’ora al giorno, fruibile anche in più sessioni.

È invece illimitata la navigazione su alcuni siti di pubblico interesse, ovvero i servizi del Comune di Milano, le informazioni sui trasporto pubblici, sugli eventi, servizi per il turismo, per la mobilità.

Il progetto si chiama WiMi, è stato disposto dal Comune di Milano in collaborazione con l’Atm, l’azienda del trasporto pubblico, e nel prossimo mese di giugno sarà esteso alle zone di San Siro e a Villa Scheibler, mentre in settembre arriverà anche sui navigli.

La navigazione sui siti di pubblico interesse è accessibile automaticamente, basta collegarsi con WiMi, mentre per andare sul web bisogna fare una registrazione fornendo il numero del telefonino sul quale arriverà la password. È possibile iscriversi anche utilizzando cellulari non italiani, ma in questo caso bisogna andare all’Atm Point di Piazza del Duomo fornendo un documento d’identità.

Il Comune intende arricchire l’offerta rivolgendosi ad altri enti pubblici o a privati interessati a partecipare. In un secondo tempo, è prevista anche la copertura di tutte le scuole milanesi. A Milano il wireless gratuito esisteva fino ad oggi solo al Museo del Novecento, nelle biblioteche e all’anagrafe di via Larga.

Lanciato anche Expo Free Wi-Fi, una rete wireless del tutto analoga a quella WiMi, per ora accessibile solo dalla sede dell’Expo, in Via Rovello, ma che in futuro verrà estesa, realizzata in partnership con Enter, e che è organizzata in modo del tutto analogo a WiMI: navigazione libera sul web per un’ora e illimitata sui siti istituzionali.