Formazione impresa: da INPS più scelta tra Fondi

di Noemi Ricci

scritto il

Con la circolare INPS 107/09, le imprese possono ora decidere in qualsiasi momento dell'anno di aderire ai fondi professionali o anche di passare ad un altro fondo interprofessionale

La formazione professionale ricopre oggi un ruolo fondamentale nella vita di un’impresa, costituendo un investimento sulla propria competitività. Proprio di formazione continua parla la circolare Inps 107/09 del 1 ottobre 2009, che specifica le nuove indicazioni sulle modalità di adesione/revoca ai Fondi Interprofessionali.

In particolare, viene stabilito che le aziende possono scegliere liberamente di aderire, revocare o cambiare Fondo in qualunque momento dell’anno.

La possibilità di trasferire a un nuovo Fondo parte delle risorse destinate al fondo scelto precedentemente – la cosiddetta “mobilità tra Fondi” – è stata introdotta dai decreti legge 185/2008 e 5/2009.

Le aziende interessate a trasferire ad un nuovo Fondo il 70% delle risorse complessive del triennio precedente, non devono però rientrare nella definizione comunitaria di micro e piccole imprese. La novità, dunque, si limita alle medie aziende e grandi società.

Gli effetti della scelta effettuata avranno effetto solo dal momento di espressa volontà sul DM 10. In precedenza, invece, l’INPS fissava al 31 ottobre di ogni anno il termine per manifestare adesioni e/o revoche, con effetto a decorrere dal 1 gennaio dell’anno successivo.