Rimborsi IMU e TARES nel Comune di Asti

di Teresa Barone

scritto il

TARES rimborsata ai cittadini meno abbienti: l’iniziativa promossa dal Comune di Asti utilizzando il fondo IMU.

Il Comune di Asti promuove un’iniziativa volta a favorire le fasce della popolazione meno abbienti e in difficoltà con il pagamento delle imposte: grazie a un fondo di 55mila euro è stato possibile accogliere tutte le richieste di rimborso IMU, tuttavia parte delle risorse non utilizzate saranno investiti per far fronte all’emergenza abitativa con differimenti degli sfratti esecutivi fino a primavera e con l’avviamento all’affitto di nuclei familiari. (=> TARES: ecco quando non si paga la nuova tassa sui rifiuti)
Sempre attraverso il medesimo fondo saranno attivate borse lavoro che si baseranno anche sulle risorse provenienti da un plafond aggiuntivo, mentre il fondo creato nel 2012 per rimborsare l’IMU del 2013 sarà finalizzato a sostenere le famiglie disagiate nel pagamento della TARES. Per accedere agli aiuti è necessario dimostrare un Isee di 11 mila euro (parametro valido per i cittadini con un mutuo sulla prima casa o in affitto e con reddito da lavoro dipendente, o pensione). L’Isee di 8 mila euro si riferisce invece ai cittadini con mutuo sulla prima casa o in affitto con reddito da lavoro autonomo, mentre per i pensionati con reddito proveniente dalla sola pensione l’Isee può essere inferiore a 8 mila euro. (=> Leggi tutte le news per le PMI del Piemonte)