Tratto dallo speciale:

Riscatto, Ricongiunzioni e Rendite: tutto online

di Barbara Weisz

scritto il

Sul portale dei pagamenti INPS le attestazioni fiscali dei versamenti per riscatto, ricongiunzione o rendita: lettura, stampa e autenticazione per le pratiche.

I contribuenti che hanno effettuato versamenti nel 2016 per oneri da riscatto, ricongiunzione o rendita, possono visualizzare e stampare le attestazioni fiscali consultando il Portale dei pagamenti sul sito INPS. Bisogna effettuare il seguente percorso: Prestazione e servizi > Tutti i servizi > Portale dei pagamenti > servizi Riscatti, Ricongiunzioni e Rendite > entra nel servizio > accedi > sezione pagamenti effettuati. Le indicazioni sono contenute nel messaggio INPS 1706/2017.

=> INPS Online, come accedere ai servizi

Per visualizzare e stampare le attestazioni relative alle singole pratiche basta effettuare l’accesso con numero di pratica e codice fiscale, mentre per l’attestazione fiscale relativa a più pratiche bisogna effettuare l’autenticazione tramite PIN INPS.

portale_pagsamenti_riscatti_ricongiunzioni_rendite

Non sono online le attestazioni effettuate dagli iscritti al fondo pensione lavoratori dello spettacolo e al fondo sportivi professionisti (ex Enpals), che continueranno a essere spedite per posta. Non sono presenti sul portale dei pagamenti neppure le attestazioni fiscali relative ai versamenti effettuati in forma rateale dagli Enti datori di lavoro pubblici per conto dei dipendenti iscritti alle Gestioni ex INPDAP,  i quali operano la deduzione fiscale alla fonte.

=> Riscatto laurea per la pensione, calcolo costi

Viceversa, è possibile la visualizzazione dei versamenti effettuati in unica soluzione direttamente dagli iscritti, accedendo al sito dell’Istituto, mediante il seguente percorso: Prestazione e servizi > Tutti i servizi > Gestione dipendenti pubblici: servizi per Lavoratori e Pensionati > accedi> servizi GDP > per Area Tematica > Contributi e Versamenti > Consultazione > versamenti Consultazione.

=> Pensioni: riscatto contributi omessi

L’INPS sottolinea che, in ogni caso, è possibile richiedere alle sedi dell’istituto di previdenza la rettifica dei documenti nei casi in cui riscontrino discordanze tra importi attestati e importi versati.

I Video di PMI

Quota 100: regole, pro e contro