Detrazione fiscale per acquisto immobile ristrutturato

Risposta di Barbara Weisz

scritto il

Sara chiede:

Nella guida alle agevolazioni fiscali per ristrutturazioni dell’Agenzia delle Entrate è confermata la detrazione del 50% per la quota forfettaria del 25% del prezzo dell’immobile acquistato da impresa di costruzioni che ha ristrutturato l’intero fabbricato. Cosa si intende? E’ un intervento “terra-cielo” o può essere ad esempio l’intero piano di un palazzo all’interno del quale l’impresa ha ricavato unità abitative distinte e frazionate?

Non mi risulta che ci siano provvedimenti normativi o di prassi che consentano l’applicazione dell’agevolazione per l’acquisto di immobili ristrutturati dall’impresa di costruzione se non è stato ristrutturato l’intero fabbricato.

La normativa primaria (legge 448/2001, articolo 9, comma 2) prevede che l’agevolazione si applichi quando i lavori di restauro, risanamento conservativo, o ristrutturazione edilizia abbiano riguardato l’intero edificio.

La stessa regole viene prevista dalle circolari applicative delle Entrate, 15/2003 e 7/2017. Quest’ultima specifica nel dettaglio, nel capitolo relativo all’acquisto di “unità immobiliari facente parte di fabbricati interamente ristrutturati”, che è necessario che «gli interventi realizzati riguardino l’intero fabbricato».

Non mi pare che quindi si possa ipotizzare un’interpretazione estensiva della norma, come quella da lei proposta, applicando la detrazione al 50% anche al caso in cui i lavori abbiano riguardato un solo piano di un edificio. Chieda eventualmente anche ad altre fonti, essendo la sua una domanda molto tecnica.

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Chiedi all'esperto

Risposta di Barbara Weisz