PMI, banche, ricerca: patto per la crescita in Lazio

di Teresa Barone

scritto il

Zingaretti annuncia l’avvio di nuove iniziative a favore delle imprese laziali: più liquidità e pagamenti della PA in tempi brevi.

Il sistema imprenditoriale laziale deve crescere, e per farlo c’è bisogno di creare una solida sinergia tra le imprese, il sistema bancario e il mondo della ricerca. Lo ha affermato il governatore Nicola Zingaretti al termine dell’incontro con i vertici Abi, incentrato sulla ricerca di strategie comuni per favorire il potenziamento della liquidità delle PMI. (=> Banche e PMI: i tre passi  per migliorare il rapporto)
Primo passo per ottenere questo obiettivo è la liquidazione dei debiti delle imprese da parte della Pubblica Amministrazione, primo punto saldo del nuovo Patto per lo sviluppo che si costituirà a breve tra i vari protagonisti dell’economia locale. Queste le dichiarazioni di Zingaretti: «Abbiamo già iniziato i pagamenti dei debiti con le imprese e gli enti locali per quasi 2 miliardi, che puntiamo a portare ad 8 nei primi mesi del 2014. Con questa iniezione di liquidità e con le transazioni sui contenziosi rimuoveremo quel macigno di 12 miliardi che strangola l’economia. All’Abi chiederemo una maggiore disponibilità di credito per le imprese, mentre con gli istituti di credito puntiamo a ridiscutere i vecchi mutui per 10 miliardi per abbassare la rata che oggi è di 900 milioni l’anno. Ma anche tutto questo non basta.» (=> Leggi tutte le news per le PMI del Lazio)