Formazione e assunzioni: bandi in Emilia Romagna

di Teresa Barone

scritto il

Due avvisi pubblici per favorire formazione e assunzioni di lavoratori in mobilità o privi di occupazione.

La Regione Emilia Romagna, con il cofinanziamento del Fondo Sociale Europeo, stanzia risorse per la formazione e il reinserimento nel mondo del lavoro di soggetti in mobilità o disoccupati, favorendo nuove assunzioni anche a fronte delle crisi aziendali. Sono previsti due avvisi, rivolti rispettivamente ai lavoratori in mobilità e alle persone non occupate.

=> Assunzioni in Italia, frena il precariato

Lavoratori in mobilità

Il primo avviso si rivolge ai lavoratori in mobilità per favorire il loro reinserimento attraverso servizi di aggiornamento e accompagnamento al lavoro. Gli enti di formazione accreditati possono richiedere finanziamenti per attivare azioni di orientamento, percorsi di formazione per affrontare nuovi contesti lavorativi, percorsi progettati per concrete opportunità di reinserimento lavorativo, tirocini di inserimento, attività di accompagnamento al lavoro a beneficio dei lavoratori iscritti nelle liste di mobilità.

Occupazione

Il secondo avviso  ha l’obiettivo di offrire opportunità formative per facilitare l’inserimento lavorativo nelle imprese o consorzi che hanno siglato un “Piano formativo” con almeno un’organizzazione sindacale e una datoriale, di soggetti privi di occupazione che hanno assolto gli obblighi di istruzione.

Entrambi gli avvisi pubblici sono pubblicati sul sito della Regione Emilia Romanga.

=> Leggi tutte le news per le PMI dell’Emilia Romagna

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali