Pensione precoci con Legge 104: graduatoria e tempistiche

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Mauro chiede

In data 22/02/2021 ho richiesto all’Inps la Certificazione del diritto a pensione per lavoratori precoci con Legge 104, ricevendo esito positivo con indicazione della data di decorrenza pensione fissata allo 01/11/2021. Il 15/09/2021 sono andato al patronato per dare le dimissioni con preavviso di 75 giorni, ma si è stato detto che non potevo farlo perché esiste una graduatoria da parte dell’Istituto. Nello stesso giorno, tuttavia, è stata inoltrata domanda di pensione, ancora in lavorazione. Come funziona questa graduatoria e con quali tempi opera?

Barbara Weisz risponde

La risposta INPS che lei ha ricevuto indica che lei ha diritto alla pensione precoci, e c’è anche la data di decorrenza della pensione. E’ però previsto il caso in cui, anche successivamente a questa comunicazione, l’INPS sospenda i versamenti perché si esauriscono le risorse disponibili. Se succede, è lo stesso istituto che provvede a comunicarle una decorrenza differita della pensione. In realtà, dunque, più che di una graduatoria si tratta di un monitoraggio.

Forse la cosa migliore, per coordinare correttamente dimissioni e pensione, sarebbe stata presentare la domanda e, solo quando dopo che fosse stata accolta definitivamente, dimettersi dal posto di lavoro. Mi sembra invece di capire che la domanda è stata alla fine inoltrata.

Le dimissioni si inoltrano online, su una piattaforma differente rispetto a quella INPS per la domanda di pensione. Se il suo contratto prevede di farlo entro 75 giorni, a questo punto lei dovrebbe attendere l’esito della domanda di pensione e verificare che la decorrenza fissata sia successiva a tale lasso di tempo.

=> Dimissioni online via App e Spid

Nel qual caso avrà tutto il tempo per procedere con le dimissioni telematiche. Diversamente, se i giorni prima della decorrenza della pensione sono inferiori al preavviso minimo stabilito dal suo CCNL, le conviene trovare un accordo con il suo datore di lavoro. Dovrebbe essere una strada percorribile, così da mettersi al riparo da possibili periodi senza stipendio e senza pensione.