Cumulo per la pensione retributiva: quali i versamenti utili

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Agostino chiede

Ho letto che per ottenere la pensione con calcolo retributivo occorrono più di 18 anni di contributi versati entro il 1995.
I contributi versati come dirigente industriale si sommano a quelli come dipendente versati all’INPS? E il riscatto degli anni universitari ed il servizio militare concorrono al computo dei 18 anni?

Barbara Weisz risponde

Ai fini del calcolo dei 18 anni per la pensione con calcolo retributivo la regola è la seguente:

  • nel caso in cui si eserciti il cumulo (che è un’operazione non onerosa, e consente di sommare tutti i contributi versati ai fini del calcolo della pensione), può valorizzare sia i contributi versati all’INPDAI (l’ex fondo previdenziale dei dirigenti, ora confluito nell’INPS), sia quelli versati all’INPS (ogni istituto calcola pro quota i propri periodi in base alle proprie regole, che nel caso dell’INPDAI prevede meccanismo a quote in base ai periodi).
  • se si esercita la ricongiunzione, che è però onerosa, lei può  farsi liquidare la pensione interamente con le regole dell’istituto in cui far confluire tutti i contributi (deve quindi fare bene i calcoli per capire cosa le conviene maggiormente).

=> Riscatto di laurea: contributi sempre deducibili

Le confermo infine che sia i contributi del riscatto laurea sia quelli del servizio militare concorrono alla formazione dei 18 anni precedenti al 1996 necessari per il calcolo retributivo.