Tratto dallo speciale:

Esonero INPS al via per il contratto di rioccupazione

di Redazione PMI.it

scritto il

Dal 15 settembre, domande INPS online per l'esonero contributivo ai datori di lavoro che assumono con contratto di rioccupazione: come funziona.

Istruzioni pratiche INPS per i datori di lavoro che chiedono l’esonero contributivo previsto in caso di assunzioni con contratto di rioccupazione: l’Istituto di previdenza ha pubblicato moduli, procedure di domanda e istruzioni. Le prime indicazioni sulla misura prevista dall’articolo 41 dl 73/2021, che introduce il contratto di rioccupazione agevolato, erano state fornite con Circolare 115 del 2 agosto 2021, ora interviene il Messaggio 3050, con il via alle domande dal 15 settembre.

=> Contratto di rioccupazione: regole INPS per assunzioni agevolate

Si utilizza il modulo di istanza RIOC, disponibile online, fornendo le seguenti informazioni:

  • indicazione del lavoratore nei confronti del quale è intervenuta l’assunzione a tempo indeterminato con contratto di rioccupazione;
  • codice della comunicazione obbligatoria relativa al rapporto a tempo indeterminato instaurato;
  • importo della retribuzione mensile media, comprensiva dei ratei di tredicesima e di quattordicesima mensilità;
  • indicazione della eventuale percentuale di part-time nel caso di svolgimento della prestazione lavorativa a tempo parziale;
  • misura dell’aliquota contributiva datoriale oggetto dello sgravio.

L’esonero al 100% per sei mesi è fruibile fino a un tetto massimo di 6mila euro per ogni lavoratore. L’INPS esamina le domande, quantifica l’agevolazione e invia il provvedimento di approvazione (oppure l’esito negativo). La fruizione del beneficio avviene mediante conguaglio nelle denunce contributive. Il nuovo documento di prassi INPS contiene anche le indicazioni per il calcolo dell’esonero spettante e per la comunicazione dei relativi dati, ad esempio in caso di lavoro part-time o di variazioni nell’orario di lavoro.

Il contratto di rioccupazione di lavoro subordinato a tempo indeterminato, previsto dal 1° luglio al 31 ottobre 2021, è diretto a incentivare il ricollocamento nel mercato del lavoro dei disoccupati, prevedendo infatti un progetto individuale di inserimento di durata semestrale, al termine del quale le parti possono recedere dal contratto con preavviso oppure proseguire il rapporto, che a quel punto è definitivamente a tempo indeterminato.