Genova: sostegno al reddito dipendenti e autonomi

di Redazione PMI.it

scritto il

Al via le domande di sostegno al reddito per i lavoratori dipendenti e autonomi coinvolti dal crollo del Ponte Morandi di Genova.

È online e attivo il servizio messo a disposizione dalla Regione Liguria per consentire ai lavoratori di presentare la domanda di sostegno al reddito, opportunità prevista dal Decreto Genova per sostenere coloro che hanno subito danni a causa del crollo del Ponte Morandi avvenuto lo scorso agosto.

=> Genova: canone agevolato per le piccole imprese

Possono inoltrare la richiesta di sostegno al reddito attraverso il sistema telematico, infatti, i lavoratori dipendenti o autonomi impossibilitati o penalizzati a prestare l’attività lavorativa, anche parzialmente, in seguito al crollo del ponte. L’agevolazione è prevista per i dipendenti di aziende operanti nelle aree della città metropolitana di Genova che hanno subito un impatto economico negativo.

Sostegno al reddito

È previsto un sostegno al reddito pari al trattamento massimo di integrazione salariale, per un totale massimo pari a 12 mesi. La normativa stabilisce anche la concessione di un’indennità una tantum pari a 15mila euro in favore dei lavoratori autonomi, dei collaboratori coordinati e continuativi, dei titolari di rapporti di agenzia e di rappresentanza commerciale, compresi i titolari di attività di impresa e professionisti che hanno dovuto sospendere l’attività a causa del crollo del ponte per almeno trenta giorni nel periodo compreso tra il 14 agosto 2018 e il 19 novembre 2018.

Le zone coinvolte sono le seguenti:

  • zona rossa/arancione: Municipi (Valpolcevera, Centro Ovest e Medio Ponente);
  • zona franca urbana: Comuni alta Valpolcevera (Campomorone, Ceranesi, Mignanego, Sant’Olcese, Serra Riccò) e Municipi (Centro Est, Ponente);
  • Città Metropolitana.

Modulistica e scadenze

Le istanze per il sostegno al reddito per l’anno 2018 possono essere presentate dal 15 gennaio fino al 28 febbraio 2019.