Tratto dallo speciale:

Professionisti del digitale: i più pagati del 2018

di Noemi Ricci

scritto il

Le figure professionali più richieste e per questo più pagate dalle aziende nel 2018, nei settori digitali e non.

Le figure professionali altamente specializzate in ambito digitale continuano ad essere le più ricercate dalle aziende, sempre più protagoniste del processo di digitalizzazione e di innovazione tecnologica. I professionisti del digital saranno, secondo le previsioni della società di ricerca e selezione del personale Hunters Group, anche i più pagati del 2018, dall’e-mail marketing manager, al Chief digital officer, al Data Protection Officer, al Project Manager o Program Manager. Matteo Columbo, Executive Director di Hunters Group, spiega:

I settori legati al mondo tech sono ovviamente quelli che offrono maggiori possibilità, sia ai candidati con maggiore esperienza sia per i neo-laureati. E in questi ambiti le retribuzioni sono molto interessanti, oltre che in costante crescita.

=> Neolaureati: come trovare lavoro

Professioni digitali più pagate

Più nel dettaglio tra i meglio retribuiti troviamo:

  • l’e-mail marketing manager, figura strategica in azienda che ha il compito di fidelizzare i clienti e di trovarne di nuovi con campagne mirate e veicolate per posta elettronica. La sua retribuzione va dai 45mila ai 70mila euro lordi all’anno, in funzione degli anni di esperienza e del numero di persone gestite;
  • il Sales lead generation che, occupandosi della vendita di progetti di marketing per l’acquisizione di contatti profilati di potenziali clienti ha un ruolo strategici per il quale le imprese offrono retribuzioni fra i 40mila e i 90mila euro l’anno in relazione a mercati, fatturati e clienti gestiti;
  • i Chief digital officer, figure chiamate a coordinare il processo di trasformazione digitale in azienda attraverso mirate strategie per analizzare costi e benefici, profitti e perdite per le quali le aziende sono disposte a pagare compensi che vanno dai 90mila ai 150mila euro;
  • i Data protection officer, ovvero coloro che valutano e organizzano il trattamento dei dati e ne preserva l’integrità nel rispetto delle normative nazionali ed internazionali in materia di privacy, qui i guadagni si aggirano sui 50mila/70mila euro lordi all’anno;
  • i cyber security manager i cui guadagni vanno dai 45mila ai 60mila euro a seconda dell’esperienza;
  • il cloud architect, i cui guadagni vanno dai 45mila ai 60mila euro.

=> Annunci di Lavoro: tutte le offerte

Professionisti non digitali più pagati

Tra i professionisti del settore non digitale i più richiesti sono:

  • i project manager, cercati principalmente da medie e grandi imprese attive nei settori legati all’ingegneria e all’impiantistica, per queste figure la retribuzione annua lorda va dai 60mila ai 120mila euro in funzione dell’età anagrafica e degli anni di esperienza;
  • i responsabili di produzione, ovvero della pianificazione, il controllo e il coordinamento dell’attività produttiva in una logica di ottimizzazione delle risorse impegnate, per i quali è previsto un compenso lordo variabile fra i 50mila e 110mila euro;
  • il plant manager che, con retribuzione da 70mila a 200mila, viene richiesto dalle aziende per presidiare e dirigere uno stabilimento produttivo coordinando tutte le funzioni aziendali e relative risorse impegnate nella produzione;
  • il program manager, chiamato a pianificare e controllare tutte le fasi di uno o più progetti, con compensi da 50mila a 100mila euro in relazione all’esperienza del candidato.