Romani, 110 milioni di nuovi incentivi, anche per le Pmi

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Ripartono gli incentivi statali: le Pmi potrebbero beneficiare di 110 milioni di euro recuperati dal fondo per gli incentivi. Lo dice Paolo Romani, che con un decreto intende rimodulare il fondo per dieci comparti merceologici

Ripresa o non ripresa, le Pmi italiane continuano ad aver bisogno di finanziamenti per tentare di riscattarsi dal duro periodo di crisi appena trascorso. L’annuncio del neo-Ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani – in merito agli incentivi statali per la ripresa dei consumi – potrebbe aprire uno spiraglio in questo senso: è stato appena sottoscritto il decreto per la rilevazione delle somme necessarie al piano di recupero – dal fondo per gli incentivi – di 110 milioni di euro da redistribuire sul territorio.

I fondi, assegnati in base alla presentazione delle domande, saranno disponibili dal prossimo 3 novembre.

Tornano anche gli incentivi per la banda larga.

Obiettivo, rimodulare il residuo in un fondo unico, per coprire le esigenze di liquidità di dieci settori merceologici: macchine agricole, motocicli, nautica e banda larga, insieme a cucine, elettrodomestici, gru per l’edilizia, efficienza energetica industriale, rimorchi e immobili ad alta efficienza energetica.

Attualmente, 189 milioni sono stati erogati a sostegno di 925.000 richieste, con una parte residua di 110 milioni, ma le prime quattro categorie avevano infatti esaurito le risorse a loro destinate a poche settimane dall’avvio del provvedimento.

I Video di PMI

Nuove imprese a tasso zero: finanziamenti per donne e giovani