POS

Dal 30 giugno 2014 è l’obbligo per esercenti, professionisti e studi professionali di accettare pagamenti elettronici effettuati tramite POS (Point of sale) utilizzando bancomat, carte di credito, di debito e prepagate. L’obbligo di accettare pagamenti in moneta elettronica è previsto dal Decreto Ministeriale 24/01/2014 (Disposizioni sui pagamenti elettronici) e riguarda le transazioni aventi come oggetto la vendita di beni, servizi e prestazioni professionali con costo di acquisto a partire da 30 euro. Tuttavia, la norma originaria (articolo 15, commi 4 e 5 del Dl 179/2012) non prevede sanzioni per i non adempienti.
Su PMI.it tutti i riferimenti normativi, le scadenze per mettersi in regola, le sentenze e le interpretazioni sull'applicazione del nuovo obbligo.

Esenzione obbligo POS: emendamenti in Stabilità

POS La Legge di Stabilità potrebbe eliminare il tetto minimo dei 30 euro per il pagamento con bancomat e carte di credito presso gli esercenti: lo prevedono diversi emendamenti presentati in commissione alla Camera, che introducono anche sanzioni per commercianti e professionisti che non si mettono in regola. Immediata la reazione delle PMI, con la richiesta della CGIA di Mestre di esenzione dall'obbligo di accettare transazioni elettroniche via POS per una serie di attività artigiane, in particolare quelle che lavorano esclusivamente con altre aziende. Prima di introdurre...

Partite IVA e POS: nuova offerta Fastweb

Business Class” Fastweb Si chiama “Business Class” la nuova offerta per le partite IVA di Fastweb che, oltre ad Internet, offre anche la possibilità di acquistare il servizio POS a un prezzo esclusivo. => POS obbligatorio: novità per i professionisti 2015 POS In promozione a 59 euro, per chi attivi l'offerta Business Class, il POS di Jusp, il nuovo mobile POS per iOS, Android, Windows Phone e Windows PC compatibile con tutte le principali carte di credito e di debito. Per l'utilizzo del POS distribuito da Fastweb è possibile mantenere il proprio conto corrente, gestire i pagamenti in mobilità e da...

Obbligo POS: stop alle sanzioni

POS POS obbligatorio per professionisti ed esercenti, ma senza sanzioni in caso di inadempienza (mancato utilizzo del POS per i pagamenti sopra i 30 euro). È il risultato del ritiro del disegno di legge n.1747 che era arrivato al vaglio della Commissione Finanze di Palazzo Madama. Il motivo? La mancanza delle necessarie coperture economiche, oltre alle proteste delle diverse categorie professionali che denunciavano i costi e gli ulteriori oneri a carico dei professionisti. => POS: costi per le Partite IVA e alternative Mobile Le pene per gli inadempienti previste dal Ddl n. 1747...

Obbligo POS: sanzioni in arrivo per le Partite IVA

POS L'obbligo del POS è entrato in vigore lo scorso 30 giugno per esercenti, professionisti e studi professionali per effetto dell'articolo 15, commi 4 e 5 del Dl 179/2012. Finora, tuttavia, anche nel caso in cui questi si fossero rifiutati di accettare pagamenti elettronici di importo superiore ai 30 euro effettuati tramite POS utilizzando bancomat, carte di credito, di debito e prepagate non erano previste sanzioni. Ora però le cose stanno cambiando e sono in arrivo sanzioni per i professionisti inadempienti. => POS obbligatorio: novità per i professionisti 2015 A prevederlo è...

POS Partite IVA: l’ABI chiede incentivi

POS L'obbligo di POS per esercenti, professionisti e commercianti continua è ormai entrato in vigore e, mentre la normativa continua a far discutere, l'ABI (Associazione Bancaria Italiana) chiede incentivi per le partite IVA che offrono questo servizio. Assolutamente favorevole all'obbligo di POS, come misura per incentivare i pagamenti elettronici, l'ABI chiede più vigilanza sui pagamenti elettronici e incentivi economici per limitare l’uso del contante. => POS Partite IVA: sanzioni e agevolazioni in arrivo Vigilanza Nel corso dell’audizione presso le Commissioni congiunte...

Professionisti: modifiche su POS e Regime dei Minimi

Enrico Zanetti Niente obbligo di POS, soglie di reddito più alte per accedere al Regime dei Minimi, integrale deducibilità delle spese di formazione: sono le richieste avanzate dalla Rete delle professioni tecniche al Ministero dell'Economia, nel corso di un incontro con il sottosegretario all'Economia Enrico Zanetti le cui risposte sono state definite da Armando Zambrano, coordinatore dell'associazione professionale, «molto incoraggianti». Obblighi POS Il MEF si è espresso favorevolmente sull'allentamento dei vincoli legati all'0bbligo per le Partite IVA  che offrono servizi diretti al...

Commissioni Bancomat ridotte solo per tasse e bollettini

Bancomat - Carte di credito Il Consorzio Bancomat si è recentemente impegnato ad apportare un taglio delle commissioni interbancarie del -30% (da 0,10 euro a 0,07 euro), ma è bene precisare: questo "sconto" riguarda solo il Bill Payment, ovvero i pagamenti di tasse e bollettini e non tutte le operazioni bancarie. => Bancomat: tagliati del 30% i costi di commissione Commissioni ridotte Confesercenti chiede pertanto l'estensione della riduzione a tutte le operazioni bancarie e non solo ai pagamenti con carta di debito PagoBancomat di bollette e altre fatture commerciali effettuato presso un soggetto...

Bancomat: tagliati del 30% i costi di commissione

Bancomat Commissioni su Bancomat più basse del -30%, da 0,10 euro a 0,07 euro per ogni operazione interbancaria multilaterale (MIF). Lo prevede l'impegno formale assunto davanti all'Antitrust dal Consorzio Bancomat, dopo l'indagine Antitrust avviata il 19 febbraio scorso per accertare l’eventuale sussistenza di profili anticoncorrenziali, in violazione dell’art. 101 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea. => Pagobancomat, commissione in fattura nel mirino Antitrust Bill Payment Il Consorzio Bancomat è uno dei circuiti più diffusi in Italia al quale aderiscono...

POS Partite IVA: sanzioni e agevolazioni in arrivo

POS L'obbligo di POS per professionisti, esercenti, artigiani e commercianti è entrato in vigore lo scorso 30 giugno per effetto del Dl 179/2012, in caso di pagamenti di importo superiore a 30 euro. Per il momento non sono previste sanzioni per gli inadempienti, ma la situazione è destinata a cambiare nel breve termine. Il Governo sta infatti studiando la possibilità di introdurre tali sanzioni con l'obiettivo di dare il via effettivo ad una normativa che in realtà ancora non ha trovato grande applicazione, anche a causa dei costi connessi a commissioni, installazione e gestione...

Conti correnti: i più convenienti per le PMI

Conto corrente In media le PMI nel 2014 hanno pagato un canone di circa 150 euro per i propri conti correnti, pari al +17% rispetto al 2013, ma risparmiare è possibile scegliendo i prodotti bancari più convenienti o sottoscrivendo altri prodotti della banca, come ad esempio il POS, ora obbligatorio per professionisti ed esercenti. Tra i 20 istituti di credito presi in considerazione dallo studio condotto dall'Of-Osservatorio finanziario sui principali conti correnti per le PMI vi sono: Banca Marche, Banca Popolare di Bari, Banca Popolare di Milano, Banca Sella, Banco Desio, Banco Popolare, BancoPosta,...

X
Se vuoi aggiornamenti su POS

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy