POS

Dal 30 giugno 2014 è l’obbligo per esercenti, professionisti e studi professionali di accettare pagamenti elettronici effettuati tramite POS (Point of sale) utilizzando bancomat, carte di credito, di debito e prepagate. L’obbligo di accettare pagamenti in moneta elettronica è previsto dal Decreto Ministeriale 24/01/2014 (Disposizioni sui pagamenti elettronici) e riguarda le transazioni aventi come oggetto la vendita di beni, servizi e prestazioni professionali con costo di acquisto a partire da 30 euro. Tuttavia, la norma originaria (articolo 15, commi 4 e 5 del Dl 179/2012) non prevede sanzioni per i non adempienti.
Su PMI.it tutti i riferimenti normativi, le scadenze per mettersi in regola, le sentenze e le interpretazioni sull'applicazione del nuovo obbligo.

Obbligo POS anche per micropagamenti

POS Dal 2016 sarà possibile pagare con moneta digitale, bancomat o carte di credito, anche piccole somme sotto i 30 euro: il limite sotto il quale negozi e professionisti sono obbligati ad accettare i micropagamenti scende a 5 euro; con una deroga: l'obbligo non si applica "nei casi di impossibilità tecnica". Lo prevede la Legge di Stablità 2016, approvata dalla Commissione Bilancio e pronta per l'iter in Aula alla Camera. => Costi del POS per imprese: servizi e attività a confronto Per capire quali saranno in dettaglio i nuovi paletti bisognerà aspettare un apposito decreto...

Esenzione obbligo POS: emendamenti in Stabilità

POS La Legge di Stabilità potrebbe eliminare il tetto minimo dei 30 euro per il pagamento con bancomat e carte di credito presso gli esercenti: lo prevedono diversi emendamenti presentati in commissione alla Camera, che introducono anche sanzioni per commercianti e professionisti che non si mettono in regola. Immediata la reazione delle PMI, con la richiesta della CGIA di Mestre di esenzione dall'obbligo di accettare transazioni elettroniche via POS per una serie di attività artigiane, in particolare quelle che lavorano esclusivamente con altre aziende. Prima di introdurre...

Costi del POS per imprese: servizi e attività a confronto

POS Un POS mobile in genere costa più di uno tradizionale, soprattutto in relazione ai pagamenti con carta di credito, ma i costi possono cambiare a seconda della tipologia di esercizio commerciale, del fatturato, del numero delle transazioni: per un professionista o un negozio la scelta è sempre più difficile, anche perché non sempre c'è chiarezza da parte delle banche. SOS Tariffe.it propone un'analisi delle diverse soluzioni di mercato, confrontando i costi medi per tre attività tipo: negozio di abbigliamento, studio medico, ristorante. => Mobile POS: offerte e tariffe a...

Partite IVA e POS: nuova offerta Fastweb

Business Class” Fastweb Si chiama “Business Class” la nuova offerta per le partite IVA di Fastweb che, oltre ad Internet, offre anche la possibilità di acquistare il servizio POS a un prezzo esclusivo. => POS obbligatorio: novità per i professionisti 2015 POS In promozione a 59 euro, per chi attivi l'offerta Business Class, il POS di Jusp, il nuovo mobile POS per iOS, Android, Windows Phone e Windows PC compatibile con tutte le principali carte di credito e di debito. Per l'utilizzo del POS distribuito da Fastweb è possibile mantenere il proprio conto corrente, gestire i pagamenti in mobilità e da...

Mobile POS: offerte e tariffe a confronto

Mobile POS Sono una decina le offerte di Mobile POS oggi disponibili: apparecchi che, collegati al proprio smartphone, consentono di ricevere pagamenti elettronici con carta. È un mercato ancora in forte evoluzione, con un fermento di attori piccoli e grandi: gli outsider combattono testa a testa con le banche, potenziando gli accordi con gli operatori telefonici per la distribuzione, come dimostra quello recente tra Fastweb e Jusp. => Smartphone come POS: le alternative sul mercato Il quadro sta evolvendo in tre direzioni: si amplia l’offerta, diventa più economica e si moltiplicano i...

FAST POS per PMI: servizio IP di Fastweb

fastpos2 Un servizio di Pos IP per le PMI che consente di ricevere pagamenti via pc, smartphone e tablet: è FAST POS di Fastweb offerto in collaborazione con Jusp (start-up cresciuta all'interno dell'incubatore Polihub). FAST POS Si tratta di un lettore compatibile con tutte le principali carte di credito e bancomat, utilizzabile dal computer così come dai dispositivi smart (telefono e tablet), che si propone come alternativa ai tradizionali POS via rete fissa, che richiedono una linea dedicata. Fast POS permette di gestire pagamenti in mobilità effettuando tutte le operazioni in...

POS registratore di cassa per pagamenti, fattura e scontrino digitale

ingenico 2 Fra norme che incentivano i pagamenti digitali e opportunità del mondo interconnesso, il mercato della moneta elettronica presenta ampi spazi di crescita stimolando le imprese a sviluppare prodotti e servizi di tendenza. Tra queste anche Ingenico, che propone un innovativo POS registratore di cassa: primo ECR-POS in Italia, iWE 280 accetta pagamenti con carte elettroniche e transazioni mobili, funge da registratore di cassa ed è predisposto per invio telematico dei corrispettivi (scontrino digitale) ed emissione di fatture elettroniche, adatto a...

Obbligo POS: stop alle sanzioni

POS POS obbligatorio per professionisti ed esercenti, ma senza sanzioni in caso di inadempienza (mancato utilizzo del POS per i pagamenti sopra i 30 euro). È il risultato del ritiro del disegno di legge n.1747 che era arrivato al vaglio della Commissione Finanze di Palazzo Madama. Il motivo? La mancanza delle necessarie coperture economiche, oltre alle proteste delle diverse categorie professionali che denunciavano i costi e gli ulteriori oneri a carico dei professionisti. => POS: costi per le Partite IVA e alternative Mobile Le pene per gli inadempienti previste dal Ddl n. 1747...

POS: pagamenti con carta e bancomat anche in Dogana

Dogana Via all'utilizzo dei POS, ovvero ai pagamenti mediante bancomat e carte di credito, anche presso i principali uffici doganali dislocati negli scali aeroportuali italiani (Napoli Capodichino, Roma Ciampino, Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Bari, Genova e Venezia). Si tratta di una prima fase di adeguamento della riscossione dei tributi agli standard nazionali e internazionali durante la quale i pagamenti elettronici saranno possibili solo nei principali uffici e se relativi a dichiarazioni quietanzabili con bollette A22 - A22 bis e A33. Le carte di debito utilizzabili sono “Pago...

Apple Pay: pagamenti Mobile anche in Italia

Apple Pay Le voci si fanno sempre più insistenti: Apple Pay arriverà in Italia a giugno grazie a un accordo iniziale con Intesa Sanpaolo (tuttavia smentito dallo stesso istituto) e poi con altre banche, rendendo possibili i Pagamenti Mobile nei negozi. Una tempistica non ancora confermata, come sottolinea Valeria Portale, esperta in materia presso gli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano: «Se non sarà a giugno, non dovremmo comunque aspettare molto di più: Apple intende spingere a livello internazionale il proprio servizio e certo l’Italia è nel mirino». =>...

X
Se vuoi aggiornamenti su POS

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy