Microsoft premia Fatturiamo.it

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

E' Diamante la vincitrice dell'Award annuale assegnato da Microsoft per il miglior software gestionale on-demand, Fatturiamo.it

Microsoft premia il software Fatturiamo.it, sviluppato dalla italiana Diamante, come miglior programma a livello mondiale nella categoria Information Worker, Office Business Application. La cerimonia è avvenuta a Washington nell’ambito della Worldwide Partner Conference 2010, tra oltre 3000 candidature provenienti da 110 paesi nel mondo.

L’applicazione di tipo “Software+Services” realizzata da Diamante, software house indipendente specializzata nello sviluppo di soluzioni gestionali rivolte alle Pmi ed ai Professionisti, è composta da un insieme di programmi “on premises” e di servizi “on the cloud”, pensati per la gestione della fatturazione e per lo scambio dei dati contabili con il commercialista.

Ciò che rende Fatturiamo.it meritevole di attenzione è la sua semplicità d’uso (l’intero pacchetto utilizza infatti Microsoft Office Word per la gestione di tutti i documenti) e i suoi particolari strumenti di collaborazione che consentono alle aziende, in caso di necessità, di collegarsi con lo studio del proprio commercialista.

Si tratta di uno scenario estremamente diffuso e comune tra le aziende e le soluzioni di Diamante, con la loro capacità di creare una linea diretta via Internet con il commercialista, massimizzano l’efficacia della relazione.

Inoltre, il software di Diamante integra ed utilizza gli strumenti offerti dalle Suite Microsoft Office 2010 e Business Productivity Online Services, con la capacità di sfruttare intensivamente le tecnologie Microsoft, quali telefonate VOIP, email, chat e video conferenza, resi disponibili tramite i Microsoft Online Services.

Secondo quanto riportato da Diamante, i clienti (piccole aziende, commercialisti ed associazioni di categoria) che hanno adottato il sistema Fatturiamo.it, hanno già stimato un risparmio di quasi il 40% di tempo degli addetti contabili nella gestione delle contabilità delle imprese ed una riduzione del 15% del numero di errori.