CILA Superbonus: approvato il modello standard

di Redazione PMI.it

scritto il

Pronto il modello standard di CILA Superbonus, da usare anche come variante in corso d'opera dei lavori: niente stato legittimo né progetto analitico.

Approvato il nuovo modello unico nazionale di CILA Superbonus, ossia la nuova Comunicazione inizio lavori asseverata specifica per gli interventi di cui all’art. 119 del DL 34/2020. Il modulo semplificato è stato istituito con il DL 77/2021 (Decreto Semplificazioni) convertito in legge e sarà utilizzabile in tutti i Comuni.

CILA Superbonus: novità e semplificazioni

Il nuovo modello standard per il Superbonus 110% è stato presentato e approvato anche dalla Conferenza Unificata delle Regioni. Eventuali lievi modifiche non cambieranno l’impianto di fondo della nuova CILA, che di fatto supera la verifica sullo stato legittimo dell’edificio, non più requisito essenziale.

=> Scarica il Modello in PDF di CILA Superbonus

Un’altra importante novità è la possibilità di usare il modello come variante in corso d’opera di una CILA Superbonus già presentata in precedenza, integrandone i contenuti. Inoltre, per quanto concerne le dichiarazioni del progettista, nel modello si attesta che il progetto:

consiste nella mera descrizione, in forma sintetica, dell’intervento da realizzare.

Significa che è sufficiente una relazione descrittiva, a cui eventualmente si potrà allegare elaborati grafici illustrativi («per una più chiara e compiuta descrizione») ma senza obbligo. E per i lavori in edilizia libera sarà sufficiente «una sintetica descrizione dell’intervento, che può essere inserita direttamente» nel modello.