Tratto dallo speciale:

F24 precompilati per Artigiani e Commercianti

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Gestione artigiani e commercianti: i modelli F24 precompilati per il versamento contributivo per l'anno 2015.

Con il Messaggio n. 2776/2015 l’INPS ha comunicato la disponibilità online dei modelli F24 precompilati necessari per il versamento della contribuzione dovuta per l’anno 2015 dagli Artigiani e dagli Esercenti attività commerciali iscritti alla Gestione previdenziale, secondo le disposizioni di cui alla circolare n. 26 del 4 febbraio 2015.

=> Contributi agevolati Artigiani e Commercianti: istruzioni INPS

Modelli F24

I modelli sono disponibili facendo accesso al Cassetto Previdenziale alla sezione Posizione assicurativa – Dati del modello F24 tramite PIN del soggetto titolare di posizione contributiva. Nella stessa sezione è inoltre possibile consultare il prospetto di sintesi degli importi dovuti con le relative scadenze e causali di pagamento. Sempre facendo accesso al Cassetto Previdenziale, alla sezione “Comunicazione bidirezionale – Modelli F24”, è possibile consultare le comunicazioni contenenti i dati e gli importi utili per il pagamento della contribuzione dovuta, che fino alla Circolare n. 24/2013 venivano inviate in modalità cartacea, a mezzo posta, da parte dell’Istituto. I titolari di posizione assicurativa, o i loro intermediari delegati, verranno avvisati tramite email, nel caso in cui ne abbiano fornita una. Il Cassetto consente inoltre di presentare la dichiarazione prevista per l’adesione al regime contributivo agevolato di cui all’art. 1, commi 76-84, della legge n. 190/2014.

=> Pensioni, lo sconto contributi per artigiani e commercianti

Aliquote 2015

L’aliquota contributiva per il 2015 è pari al 22,65% per il settore dell’artigianato e al 22,74% per i commercianti. Tali percentuali si dimezzano per i soggetti con un’età anagrafica superiore a 65 anni, già pensionati presso la gestione artigiani e commercianti dell’INPS. Il minimale dovuto per l’anno 2015 sarà di conseguenza pari a 3.529,06 euro per gli artigiani e di 3.543,05 euro per i commercianti. In caso di coadiuvanti/coadiutori di età non superiore ai 21 anni, l’importo dovuto è pari a 3.062,62 euro per gli artigiani e 3.076,61 euro per i commercianti. L’aliquota contributiva va calcolata sulla totalità dei redditi d’impresa prodotti nel 2014 per la quota eccedente il minimale di 15.548 euro annui e fino al limite della prima fascia di retribuzione annua pensionabile pari, per il corrente anno, all’importo di 46.123 euro. In caso di superamento del predetto limite, si dovrà corrispondere un punto percentuale in più, ai sensi dell’art. 3-ter della L. n. 438/1992. Per quanto riguarda il massimale, il limite per quest’anno è fissato a 76.872 euro. Tale limite opera esclusivamente per i soggetti iscritti alla Gestione “artigiani e commercianti” con decorrenza anteriore al primo gennaio 1996 o che possono far valere anzianità contributiva a tale data, mentre per i lavoratori privi di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995, iscritti con decorrenza gennaio 1996 o successiva, il massimale annuo è pari a 100.324 euro, non è frazionabile in ragione mensile.

Versamento

I versamenti vanno effettuati, per i contributi dovuti sul minimale di reddito, con le seguenti scadenze: 16 maggio, 20 agosto, 17 novembre 2014 e 16 febbraio 2016. Per la quota di reddito eccedente il minimale, la scadenza segue il termine per il pagamento delle imposte sui redditi delle persone fisiche, a titolo di saldo 2014, primo acconto 2015 e secondo acconto 2015. (Fonte: INPS – Messaggio n. 2776/2015).