Bonus Energia: cessione del credito online

di Barbara Weisz

scritto il

Entro marzo gli amministratori di condominio trasmettono al Fisco i dati sulla cessione del credito IRPEF (Bonus Energia) ai fornitori: il software online dell'Agenzia delle Entrate.

Ecco l’applicazione online dell’Agenzia delle Entrate che gli amministratori di condominio devono utilizzare per comunicare la cessione del credito IRPEF ai fornitori in relazione agli interventi di riqualificazione energetica: l’adempimento va effettuato entro il 31 marzo, con riferimento alle spese sostenute nel 2016. La trasmissione dei dati avviene tramite i canali Entratel o Fisconline, direttamente o tramite intermediari abilitati. L’adempimento consente ai contribuenti in no tax area di cedere la detrazione fiscale prevista per interventi di riqualificazione energetica (Bonus Energia) ai fornitori, che poi la utilizzano in compensazione.

=> Bonus Energia: cessione del credito al condominio

I dati da trasmettere: elenco dei bonifici effettuati per il pagamento delle spese 2016 per lavori di riqualificazione energetica su parti comuni, codice fiscale dei condòmini (magari incapienti) che hanno ceduto il credito e importo del credito ceduto da ciascuno, codice fiscale dei fornitori cessionari del credito e importo totale del credito ceduto a ciascuno di essi. Attenzione: il mancato invio della comunicazione rende inefficace la cessione del credito.

Il software di compilazione è disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate, seguendo il percorso: Cosa devi fare – richiedere – agevolazioni – riqualificazione energetica: l’applicazione è compatibile con Windows, Mac e Linux, utilizzabile direttamente dal Web.

La possibilità è stata introdotta dalla Legge di Stabilità 2016 e potenziata dalla Legge di Bilancio 2017 (comma 2, lettera a) che modifica l’articolo 14 del dl 63/2013, inserendo il comma 2-sexies: dall’anno di imposta 2017, la cessione del credito potrà essere utilizzata anche da contribuenti passivi IRPEF: modalità attuative e tempi di trasmissione dei relativi dati 2017 saranno indicati in un nuovo provvedimento dell’Agenzia delle Entrate in corso di predisposizione.