Bonus pubblicità 2020: online beneficiari e importi

di Redazione PMI.it

scritto il

Credito d'imposta per investimenti pubblicitari: online elenchi provvisori dei beneficiari, entro gennaio 2021 invio conferma del bonus pubblicità.

Online l’elenco dei soggetti ammessi al bonus pubblicità per investimenti 2020: l’elenco dei potenziali beneficiari del credito d’imposta è pubblicato sul sito del Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria. Accanto a ogni nominativo figura anche l’importo spettante, con la percentuale di ripartizione teorica dei fondi. Sono dati provvisori, che potrebbero subire un ricalcolo qualora non tutti i soggetti ammessi procedano con la conferma dell’incentivo. L’elenco dei beneficiari effettivi sarà quindi disponibile soltanto dopo tale scadenza.

Il next step per ottenere il bonus pubblicità è infatti la trasmissione della dichiarazione sostitutiva sugli investimenti agevolabili effettuati quest’anno.

L’invio deve essere effettuato tra il 1° e il 31 gennaio 2021, con le stesse modalità e lo stesso modello (barrando la casella corrispondente alla comunicazione) utilizzati per la prenotazione (servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate > procedura in area riservata Servizi perComunicare).

Poiché le risorse per il 2020 sono risultate inferiori rispetto al totale del credito di imposta richiesto, si è reso necessario effettuare una ripartizione proporzionale: 14,8% dell’importo richiesto per investimenti sulla stampa, del 6,5% per investimenti sulle radio e televisioni, tra il 6,5% e il 14,8% nel caso di investimenti su entrambi i canali.

Per il solo 2020 il credito d’imposta è concesso nella misura del 50% sull’intera spesa (e non soltanto sul 75% del valore incrementale rispetto all’anno prima), ed in più senza il requisito dell’investimento incrementale almeno dell’1% per accedere al tax credit.

Il contributo potrà essere speso soltanto in compensazione tramite Modello F24 attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, dal quinto giorno lavorativo successivo alla pubblicazione dell’elenco degli ammessi, con il codice tributo “6900”.