Artigianato e abusivismo: Liguria prima in Italia

di Teresa Barone

scritto il

In Liguria tre imprese artigiane su quattro sono vittima dell’ abusivismo superando la media nazionale.

Spetta alla Liguria il primato di Regione maggiormente caratterizzata dall’abusivismo ai danni delle imprese dell’artigianato: ne sono vittime tre imprese artigiane su quattro, stando ai dati Istat e Infocamere relativi al terzo trimestre 2015, diffusi dall’Ufficio studi di Confartigianato.

=> Growth Act: sgravi fiscali per le imprese liguri

Abusivismo

L’abusivismo nel comparto industriale colpisce 33.206 artigiani liguri, in pratica il 73,5% del totale del settore con Genova in cima alla lista delle Province più colpite. Una percentuale superiore alla media nazionale pari al 65,8%.

Settori

Dal punto di vista dei comparti produttivi, a soffrire maggiormente della concorrenza sleale sono le costruzioni, seguite dai servizi alla persona, trasporto e magazzinaggio. L’assessore regionale Edoardo Rixi commenta:

«È drammaticamente confermato quanto denunciamo da tempo dall’indagine effettuata dalla Confartigianato: la Liguria risulta detenere il triste primato nazionale per dimensioni della piaga dell’abusivismo, una situazione che non può più essere sopportata: purtroppo è l’evidente frutto di scelte sbagliate nel passato anche recente, di eccessiva tolleranza e addirittura di legalizzazione di contesti dove l’irregolarità è una regola. Ne è esempio eclatante l’ormai famoso mercatino ex via Turati a Genova, spostato e legalizzato dal Comune in corso Quadrio, che continua da anni a penalizzare con la sua presenza tutto il tessuto economico della zona circostante nel cuore del Centro Storico e a due passi dall’Acquario.»

=> Leggi tutte le news per le PMI della Liguria