Professioni del turismo: accordo in Veneto

di Teresa Barone

scritto il

Far incontrare domanda e offerta di lavoro nel comparto del turismo: protocollo di intesa in Veneto.

La Regione Veneto, l’Ufficio scolastico regionale e le associazioni di categoria del comparto turistico hanno siglato un protocollo di intesa per creare nuove figure professionali attive nel turismo, al fine di incentivare l’occupazione andando incontro alle esigenze delle imprese locali.

=> Agenti di viaggio: formazione gratuita in Veneto

Fondi comunitari

La Regione mira a programmare l’offerta scolastico-professionale in modo da far incontrare domanda e offerta di lavoro, anche grazie al plafond di 2 milioni di euro di fondi comunitari necessari per promuovere i prossimi bandi destinati alle imprese, alle associazioni di categoria, agli istituti tecnici e ai centri di formazione professionale.

«Il comparto del turismo è la prima industria del Veneto, con quasi 19 mila imprese – afferma l’assessore al turismo Federico Caner – e 93 mila addetti nel 2014. Un settore in crescita, che ha realizzato lo scorso anno 63,5 milioni di presenze aumentando del 5,5% il numero degli arrivi e che sta creando sviluppo e occupazione. Lo testimonia il trend delle assunzioni, con la stipula nel 2015 di quasi 115 mila contratti, di cui 14.165 a tempo indeterminato, il 45 % in più rispetto all’anno precedente.»

Formazione

Il protocollo di intesa attiverà iniziative per la formazione di figure professionali chiamate ad affiancare le imprese per promuovere innovazione e differenziazione di prodotto, organizzazione e gestione dei prodotti turistici e nuove politiche di Governance (esperti di rete, professionisti nella gestione delle reti di imprese o di club di prodotto, comunicatori digitali, destination manager).

=> Leggi tutte le news per le PMI del Veneto

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali