Superbonus 110% per il lastrico solare di proprietà esclusiva

di Redazione PMI.it

scritto il

Isolamento termico lastrico solare trainante per il Superbonus 110% anche se di proprietà esclusiva di un solo condomino.

Il condomino titolare di proprietà esclusiva del lastrico solare che effettua interventi di efficientamento energetico che abbiano ricevuto l’autorizzazione da parte dell’assemblea condominiale e siano agevolabili con l’Ecobonus può fruire per intero del Superbonus 110% (articolo 119, Dl n. 34/2020).

Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la risposta n. 499/2020. Vediamo nel dettaglio come si applica l’Ecobonus 110% all’isolamento termico del lastrico solare di proprietà esclusiva di un condomino.

=> Superbonus a detrazioni casa: l'ENEA offre assistenza

Superbonus 110%: isolamento termico lastrico solare trainante

Se il proprietario del lastrico solare che ricopre l’edificio condominiale riceve il via libera dall’assemblea condominiale ad effettuare interventi di isolamento termico, facendosi carico per intero del costo dei lavori, può fruire dell’Ecobonus sull’intero importo pagato, anche in misura eccedente rispetto a quanto ordinariamente previsto dal criterio di ripartizione delle spese condominiali, basato sui millesimi di proprietà, sempre nel limite di quanto previsto dal Superbonus in funzione del numero delle unità immobiliari che costituiscono l’edificio.

Nell’interppello posto al Fisco, il condomino proprietario di un appartamento posto all’ultimo piano di un edificio composto da dieci unità immobiliari intende realizzare l’isolamento termico del sovrastante lastrico solare sempre di sua proprietà ed installarvi, previa costruzione di un apposito locale tecnico, un impianto solare fotovoltaico, con cessione a favore del Gestore dei servizi energetici (GSE) dell’energia non auto-consumata in sito.

Il lastrico solare di sua proprietà esclusiva svolge tuttavia anche la funzione di copertura dell’edificio condominiale, dunque per poter effettuare i lavori è necessario chiedere l’autorizzaione dell’assemblea condominiale. Il contribuente vorrebbe anche, in deroga al principio sancito dall’articolo 1123 del codice civile, sostenere l’intera spesa e quindi fruire egli stesso per intero del Superbonus 110%.

=> Ecobonus Condominio: assemblea anche in videoconferenza

All’Agenzia delle Entrate il contribuente chiedeva in particolare:

  • l’intervento di isolamento termico del lastrico solare di proprietà esclusiva è agevolabile?
  • l’incidenza dell’intervento su almeno il 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio e il miglioramento della classe energetica (requisiti prescritti dalla norma) devono riguardare l’intero condominio o il suo appartamento;
  • la realizzazione dell’impianto solare rientra tra le opere ammesse al Superbonus;
  • l’ammontare massimo della detrazione;
  • le fatture (e i relativi pagamenti) devono essere intestate a lui o al condominio;
  • può optare per la cessione del credito o per lo sconto in fattura (articolo 121, Dl n. 34/2020)?

Richiamando la disciplina del Superbonus l’Agenzia delle Entrate chiarisce che:

  • è possibile fruire del Superbonus per l’isolamento termico del lastrico solare di proprietà, in quanto intervento trainante e di conseguenza anche per l’installazione dell’impianto fotovoltaico e l’eventualmente sistema di accumulo integrato, in qualità di intervento trainato e che il limite massimo di spesa agevolabile riferito all’intero edificio. Nel caso analizzato il condominio è composto da dieci unità immobiliari, quindi il limite di spesa sarà pari a 380mila [(40.000 x 8) + (30.000 x 2)]

=> Superbonus 110%: elenco lavori trainanti e trainati

  • se l’assemblea condominiale autorizza i lavori e delibera che le spese saranno tutte a carico del proprietario, quest’ultimo può fruire della detrazione sull’intera somma pagata, anche oltre rispetto alla spesa a lui imputabile in base alla quota condominiale, ma comunque entro il limite massimo di 380mila euro;
  • i requisiti per applicare il Superbonus vanno verificati con riferimento all’intero edificio, dunque per l’installazione dell’impianto fotovoltaico, il Superbonus deve essere calcolato su un importo non superiore a 48mila euro, comunque nel limite di 2.400 euro per ogni kW di potenza nominale. La detrazione spetta anche per l’installazione di sistemi di accumulo integrati, con un distinto tetto di 48mila euro, comunque nel limite di 1.000 euro per ogni kWh di capacità di accumulo;
  • i documenti di spesa (e relativi bonifici) per gli interventi sul lastrico solare devono essere intestati al condominio, come qualsiasi lavoro realizzato su parti comuni dell’edificio. Gli adempimenti possono essere effettuati dall’amministratore o da un condomino delegato che può essere anche lo stesso contribuente interpellante;
  • i documenti di spesa (e relativi bonifici) per l’installazione dell’impianto fotovoltaico devono essere intestati al soggetto che ne sostiene le spese, in quanto intervento realizzato su singola unità immobiliare;
  • in luogo della fruizione diretta della detrazione, il contribuente può optare per lo sconto in fattura o per la cessione del credito corrispondente.

I Video di PMI