Tratto dallo speciale:

Pensioni: la domanda online di ricongiunzione contributi

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Da marzo modalità telematica esclusiva per la presentazione delle domande di ricongiunzione dei contributi previdenziali: i dettagli comunicati dall'INPS.

Viaggia online la domanda di ricongiunzione dei contributi nel fondo pensioni lavoratori dipendenti dell’AGO (ai sensi dell’art. 1, legge n. 29/1979), nel fondo Quiescenza Poste e nel Fondo Dipendenti Ferrovie dello Stato S.p.A. (ai sensi dell’art. 2, legge n. 29/1979) e quella per i liberi professionisti (ai sensi dell’art. 1, legge n. 45/1990). Con la circolare n. 179/2014, l’INPS ha infatti esteso anche agli Enti incorporati all’INPS (Gestione pubblica e Lavoratori dello spettacolo e Sportivi professionisti) il programma di telematizzazione dei servizi che lo stesso Istituto ha ormai intrapreso da qualche anno.

=> Ricongiunzione contributi pensioni: la mini guida

Domande di ricongiunzione

Il servizio telematico di presentazione delle domande di ricongiunzione dei contributi previdenziali è disponibile per:

  • il Fondo pensioni lavoratori dipendenti dell’assicurazione generale obbligatoria (art. 1 della legge n. 29/1979);
  • il Fondo quiescenza Poste e nel Fondo Dipendenti Ferrovie dello Stato S.p.A.(art. 2 della legge n. 29/1979);
  • i periodi assicurativi per i liberi professionisti (art. 1 della legge n. 45/1990).

Utilizzo del canale telematico

Per tali ricongiunzioni, dal 16 marzo 2015 la presentazione delle domande dovrà avvenire esclusivamente in via telematica attraverso uno dei seguenti canali:

  • WEB – servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN su questo portale seguendo il percorso: Servizi OnLine>Elenco di tutti i servizi>Ricongiunzione;
  • Patronati – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi;
  • Contact Center Integrato – chiamando da rete fissa il numero verde 803164, oppure da rete mobile il numero 06 164164, a pagamento, secondo il piano tariffario del proprio gestore telefonico.

=> PIN INPS: online la video guida per la richiesta

Periodo transitorio

Da ora fino alla data del 31 marzo 2015 è previsto un periodo transitorio, durante il quale le domande potranno essere presentate sia in formato cartaceo, sia nella modalità telematica. (Fonte: Circolare INPS n.179/2014)