Contratto di lavoro a tempo determinato

Contratto a tempo determinato

Il contratto a tempo determinato dal 2013

Analisi delle novità introdotte della Riforma Fornero e del decreto Lavoro per rendere il contratto a termine una via meno appetibile per le aziende, al fine di contrastare la precarietà nel mercato del lavoro.

governo letta conf lavoro

Dl Lavoro, tutte le regole applicative

Pronte le istruzioni sul nuovo apprendistato professionalizzante, sui contratti a termine e sulle altre novità previste dal Dl Lavoro del governo Letta, convertito in legge: la circolare ministeriale.

Schermata del 2013-06-26 14:02:26

Dl Lavoro: tutti gli incentivi approvati dal Governo

Il Governo approva il Decreto Legge che stanzia i fondi per incentivare tra le aziende l’assunzione di giovani, disoccupati, over 50 o disabili, favorendo l’imprenditoria giovanile, l’occupazione nel Mezzogiorno e la flessibilità nei contratti.

Lavoro

Riforma Lavoro: il pacchetto del Governo

Più lavoro per i giovani, sgravi alle aziende, contratti a termine più flessibili: ecco le modifiche allo studio per la Riforma del Lavoro, mercoledì 22 maggio vertice governo-parti sociali, atteso decreto.

Sindacati

Riforma e contratti di Lavoro: violati i diritti sindacali

La Commissione Europea invia all’Italia un parere motivato contro il mancato rispetto delle norme sulla rappresentanza sindacale dei lavoratori a tempo determinato, mentre Monti difende la Riforma del Lavoro attaccando la Cgil.

Contratto di apprendistato e ASPI: facciamo il punto

La riforma dell’apprendistato che ha coinvolto Governo, Regioni, Province autonome e parti sociali ha portato ad un accordo volto a rilanciarne il contratto nelle sue tre tipologie (acquisizione di una qualifica, professionalizzante e di alta formazione) al fine di garantire una preparazione che consentisse un accesso privilegiato al mondo del lavoro.Con l’arrivo del nuovo anno […]

Contratti a termine: su pause fra rinnovi decidono le parti

Una circolare del ministero del Lavoro chiarisce che le pause obbligatorie fra contratti a termine previste dalla Riforma del Lavoro possono sempre essere ridotte, sulla base di accordi fra sindacati e imprese da inserire nei contratti.