Trattenuta del 10%: i chiarimenti delle Entrate

di LavoroImpresa

scritto il

Sulla questione della trattenuta del 10% sui bonifici dei costruttori edili la circolare n. 40 del 28 luglio scorso ha chiarito non pochi dubbi. E' adesso maggiormente comprensibile il ruolo rivestito da ciascun soggetto.

Ma andiamo con ordine. Dallo scorso 1 luglio i bonifici effettuati in favore dei costruttori edili per beneficiare delle agevolazioni del 36% o del 55% hanno visto applicata una trattenuta del 10% a titolo di ritenuta d'acconto. Ad applicare la trattenuta, secondo la norma, saranno le banche.
Ecco sollevato il primo dubbio: quale banca deve operare la trattenuta, quella che dispone il bonifico o quella che lo riceve? L'Agenzia delle Entrate ha stabilito che a fungere da sostituto d'imposta è la banca (o comunque la Posta) in cui il beneficiario del bonifico ha il conto corrente.

L'Istituto di credito che riceverà  il bonifico dovrà  applicare la trattenuta sull'importo scorporato dell'Iva convenzionalmente determinata nell'aliquota del 20%.

Il beneficiario, quindi, incasserà  l'importo della fattura al netto della ritenuta d'acconto subita e, in sede di dichiarazione dei redditi, ne dovrà  tenere conto per la compilazione del modello Unico.

Si immagini ad esempio l'impresa Alfa S.r.l. che realizza a Tizio lavori edili che beneficiano della detrazione Irpef del 55%. L'importo dei lavori è pari a euro 20.000,00 + Iva al 10%. In data 01.05.n la ditta Alfa S.r.l. emette fattura per euro 22.000,00. Il giorno successivo Tizio esegue bonifico bancario alla ditta. La banca di Tizio trasmetterà  alla banca della ditta Alfa S.r.l. il bonifico segnalandolo con una specifica causale introdotta dall'Abi per i bonifici soggetti a ritenuta. La banca della ditta Alfa S.r.l. riceverà  il bonifico di euro 22.000,00 e applicherà  la trattenuta del 10% sul totale fattura al netto dell’Iva al 20%.

In definitiva dovrà  scorporare l'Iva del 20% sul totale fattura e sul residuo applicare la ritenuta del 10%. Pertanto:

22.000,00/1,20 = 18.333,33 x 10% = 1.833,33

L'importo versato nel conto corrente dell'impresa Alfa S.r.l. sarà :

22.000,00 – 1.833,33 = 20.166,67

La trattenuta operata dalla banca della ditta Alfa S.r.l. dovrà  essere versata all'Erario entro il giorno 16 del mese successivo a quello in cui avviene l'operazione di bonifico.

I Video di PMI

Guida ISEE: compilazione DSU