Cassetto previdenziale e pensione artigiani

Risposta di Barbara Weisz

scritto il

Nunzio chiede:

Artigiano con 42 anni e 10 mesi di lavoro, ho raggiunto i requisiti per la pensione e, tramite patronato, ho fatto domanda con primo accesso 1° marzo. Secondo loro avrei dovuto pagare entro tale data il primo trimestre 2018 di contributi ma all’INPS mi dicono che fin quando non avrò nel cassetto previdenziale la cifra e il codice identificativo non possono pagare.

Mi sembra che abbia ragione l’INPS, nel senso che lei pagherà i contributi relativi al primo trimestre con le normali modalità previste. Questo non dovrebbe avere impatto sulla sua domanda di pensione, legittimamente presentata nel momento in cui ha maturato i contributi.

Per i dettagli sui contributi che artigiani e commercianti devono versare nel 2018, può consultare la circolare INPS 27/2018 del febbraio scorso.

Le scadenze per i versamenti 2018 sono le seguenti:

  • 16 maggio 2018, 21 agosto 2018, 16 novembre 2018 e 18 febbraio 2019 per le quattro rate di contributi dovuti sul minimale di reddito;
  • entro i termini previsti per il pagamento delle imposte sui redditi delle persone fisiche in riferimento ai contributi dovuti sulla quota di reddito eccedente il minimale, a titolo di saldo 2017, primo acconto 2018 e secondo acconto 2018.

La decorrenza della sua pensione è prevista il primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda. Quindi, se lei ha correttamente presentato istanza in febbraio, ha diritto alla pensione anticipata da marzo. Chiami il contact center INPS per avere conferma.

Risposta di Barbara Weisz

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Cerca tra quelle pubblicate oppure

Chiedi all'esperto