Tratto dallo speciale:

Pensioni Enpals: ricorso online per i contenziosi

di Francesca Pietroforte

scritto il

Gestione del contenzioso ex-ENPALS contro eventuali provvedimenti del Fondo Pensioni: procedura online di inoltro istanze ed iter dell'istruttoria.

Enpals

Con la Circolare n. 84 del 29 aprile 2015 l’Inps ha fornito le indicazioni per la gestione dei ricorsi amministrativi contro i provvedimenti riguardanti le prestazioni a carico del Fondo Pensioni per i lavoratori dello Spettacolo e al Fondo Pensioni per gli Sportivi Professionisti, completando così il quadro regolamentare complessivo di riferimento per la gestione del contenzioso “ex-ENPALS”. L‘Istituto nazionale della previdenza sociale spiega che, a decorrere dalla data di pubblicazione della Circolare, contro i provvedimenti amministrativi in materia di prestazioni previdenziali adottati dalla Direzione di area metropolitana di Roma relativamente alla Linea di prodotto servizio Polo Specialistico denominato “Previdenza PALS” è possibile, entro 90 giorni dalla notifica dei provvedimenti stessi, proporre ricorso amministrativo in unica istanza al Presidente dell’Istituto.

=> INPS Online Ex ENPALS: accesso per imprese e professionisti

I ricorsi sono trasmessi all’Istituto esclusivamente tramite canale telematico RiOL (“Ricorsi On Line”), sulla base delle istruzioni contenute nella Circolare n. 32/2011, per poi essere presi in carico nella procedura di gestione del contenzioso amministrativo Dicaweb, curato dall’UO Gestione organizzativa ricorsi amministrativi della Direzione di Area metropolitana di Roma, nel rispetto dei tempi e della modalità già stabilite per la generalità dei ricorsi di competenza dei Comitati/Organi centrali.

L’attività istruttoria – nel rispetto del modello di gestione del contenzioso amministrativo di cui alla Circolare n. 132/2011 – è assicurata, tramite procedura Dicaweb, dalla Linea prodotto/servizio Polo Specialistico denominato “Previdenza PALS” che ha emanato l’atto opposto e che compila in Dicaweb la relativa Scheda Istruttoria, descrivendo e, se necessario, integrando le motivazioni del provvedimento.

Completata questa fase e non prima della convalida della scheda istruttoria da parte del Direttore della Sede metropolitana di Roma, i ricorsi vanno inoltrati – tramite la procedura Dicaweb – alla Direzione Regionale Lazio che cura, a sua volta, la redazione della Relazione e della relativa Proposta di delibera. La Direzione regionale, in analogia a quanto previsto per i ricorsi amministrativi di competenza di Comitati/Organi centrale, esegue le attività di propria competenza e, non prima della convalida del Direttore regionale, dispone l’inoltro dei ricorsi alla competente Direzione Centrale. Quest’ultima, esaminati e verificati gli atti, procede con l’inoltro del ricorso alla Segreteria degli Organi collegiali che, infine, ne cura la trasmissione alla Segreteria del Presidente per la decisione finale.

A seguito della decisione, l’UO Gestione organizzativa ricorsi amministrativi della Direzione di Area metropolitana di Roma, cura gli adempimenti riguardanti la comunicazione dell’esito al ricorrente e – quando necessario – all’esecuzione del dispositivo contenuto nella decisione medesima.

Le decisioni del Presidente sui ricorsi amministrativi sono definitive e quindi, contro di esse, è ammesso esclusivamente ricorso all’Autorità giudiziaria. Contro gli atti – riguardanti prestazioni previdenziali a carico del Fondo Pensioni per i lavoratori dello Spettacolo e del Fondo Pensioni per gli Sportivi Professionisti – già notificati ma non ancora impugnati alla data di pubblicazione della circolare di cui si tratta, è in ogni caso proponibile ricorso amministrativo secondo entro il termine entro il quale è consentito proporre l’azione giudiziaria.

Fonte: Circolare INPS

I Video di PMI

Pensioni: tutti i modi per ritirarsi nel 2020-21