Tratto dallo speciale:

Esodati, salvaguardia per altri 6500: i requisiti

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Esodati: il messaggio INPS sulla nuova salvaguardia per 6500 licenziati individuali.

Un nuovo Messaggio INPS n. 14254 comunica la salvaguardia prevista per altri 6500 lavoratori esodati dall’articolo 11 del decreto legge 31 agosto 2013, n. 102 recante “Disposizioni urgenti in materia di IMU, di altra fiscalità immobiliare, di sostegno alle politiche abitative e di finanza locale, nonché di cassa integrazione guadagni e di trattamenti pensionistici”. Il nuovo decreto prevede che possano accedere alla pensione in base ai requisiti pensionistici in vigore prima della Riforma delle Pensioni Fornero i lavoratori il cui rapporto di lavoro si sia risolto tra il 1° gennaio 2009 ed il 31 dicembre 2011 per mezzo di una risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro. => Vai allo Speciale Esodati Anche per i licenziati individuali vige la regola di non aver conseguito, successivamente all’interruzione del rapporto di lavoro, un reddito lordo annuo superiore a 7.500 euro, reddito che non deve essere riconducibile ad un rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato. Nel Messaggio n. 14254 sono elencati nel dettagli anche i requisiti anagrafici e contributivi richiesti e le procedure per la presentazione delle istanze da parte dei lavoratori interessati.

Per maggiori informazioni consultare il Messaggio INPS n. 14254

I Video di PMI

Quota 100: regole, pro e contro