Pensione italiana trasferita in Romania: quale importo?

Risposta di Barbara Weisz

scritto il

Emy chiede:

Una volta pensionato In Italia, posso trasferire la mia residenza in Romania mantenendo lo stesso importo dell’assegno?

Innanzitutto le confermo che spostandosi all’estero, il diritto alla pensione italiana non si perde, di conseguenza lei può continuare a incassare il suo assegno previdenziale anche se si trasferisce in Romania.

Ha comunque due opzioni fra cui scegliere, che comportano un diverso trattamento fiscale.

La prima è lasciare la residenza fiscale in Italia pur essendosi trasferita, incassando quindi la stessa pensione che prende ora, con le relative trattenute fiscali italiane. Se effettua questa scelta, deve solo comunicare all’INPS, o al suo istituto previdenziale se diverso, le coordinate della banca estera sui cui intende trasferire il bonifico.

Oppure può trasferire la residenza fiscale, e in questo caso pagherebbe le tasse nel paese in cui si trasferisce, in questo caso la Romania. Se fa questa scelta, sulla sua pensione lorda pagherà le tasse in Romania e non più in Italia, quindi deve verificare quale fra i due sistemi di tassazione della pensione le convenga maggiormente.

=> Trasferimento all'estero: quali tasse sulla pensione?

Nei trasferimenti bisogna infatti sempre controllare che ci sia una convenzione internazionale contro la doppia imposizione del paese in cui ci si trasferisce. Tutti gli Stati che fanno parte dell’Unione Europa, quindi anche la Romania, hanno la convenzione e di conseguenza all’interno della UE è semplice spostare la residenza fiscale.

 

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Chiedi all'esperto

Risposta di Barbara Weisz