Entrate e Notariato, intesa per la semplificazione

di Noemi Ricci

scritto il

Sinergia tra Notariato e Agenzia delle Entrate con il nuovo accordo che si prefigge di creare un canale di comunicazione diretto che permetta di snellire pratiche e adempimenti per i contribuenti

Che la burocrazia italiana sia un problema per imprese e professionisti per tempi, costi e lungaggini è cosa nota a tutti, soprattutto per le numerosissime norme tributarie. L’accordo siglato tra il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, e il presidente del Consiglio nazionale del Notariato, Giancarlo Laurini in questi giorni è finalizzato proprio a snellire le procedure e gli adempimenti per contribuenti e professionisti.

Un accordo che vede coinvolta una figura importante nell’assolvimento degli obblighi tributari da parte dei contribuenti: il notaio. Quest’ultimo rappresenta infatti il filo conduttore del rapporto tra le imprese ed il fisco, indispensabile per la redazione e la registrazione degli atti, quindi il versamento delle relative imposte.

Ma non solo, il notaio è cruciale nell’accompagnare i contribuenti nella risoluzione delle molte problematiche interpretative che le complesse norme tributarie italiane presentano.

In questo contesto si inserisce l’accordo, che tra l’altro prevede anche una collaborazione dal punto di vista didattico che si tradurrà in giornate di studio e seminari tesi ad approfondire gli argomenti fiscali che interessano entrambi gli attori.

Sono inoltre previsti tavoli nazionali di confronto periodici per discutere degli argomenti fiscali teorici e applicativi che presentano le maggiori criticità e incertezza. Più in particolare si confronteranno i pareri delle direzioni regionali dell’Agenzia su questioni sollevate e già esaminate a livello territoriale ma non risolte.

I notai potranno così venire a conoscenza di quali sono gli orientamenti dell’Agenzia su questi temi, permettendo loro di muoversi in maniera tempestiva a tutto vantaggio per i contribuenti.

I Video di PMI

Guida alle Agevolazioni fiscali per persone con disabilità