Cassazione

Imprese commerciali: omissione scontrino? Chiusura negozio

Con la sentenza n. 24012 del 13 novembre, la Corte di Cassazione ha ribadito che non viene evitata la chiusura dell'esercizio per i commercianti che non rilasciano lo scontrino fiscale, anche se hanno già  definito in via agevolata la sanzione prevista. La vicenda trova genesi in un provvedimento con il quale viene disposta la sospensione […]

Contribuenti professionali: quando corrispondere l’IRAP?

Versamento IRAP, questo sconosciuto… Quali aziende o imprenditori devono pagarla? Presupposto per l’applicazione dell’imposta in parola è l’esercizio abituale di un’attività  autonomamente organizzata diretta alla produzione o allo scambio di beni ovvero alla prestazione di servizi. L’attività  esercitata dalle società  costituisce dunque in ogni caso presupposto d’imposta. Numerose sono le sentenze, soprattutto della Suprema Corte […]

Contribuenti: non pignorabili i crediti nei confronti della PA

Secondo la terza sezione della Corte di Cassazione (sentenza n. 10284 del 5 maggio 2009), non è ammissibile il pignoramento ad opera di terzi delle somme spettanti all’Amministrazione finanziaria versate dai contribuenti presso gli istituti bancari delegati al trasferimento delle somme all’ente impositore: la non pignorabilità  deriva dalla natura di credito tributario delle somme in […]

Fatture faxate? Niente deduzione dal reddito d’impresa

Con la sentenza n. 4502 del 25 febbraio 2009, la Corte di Cassazione è intervenuta in tema di accertamento del reddito di impresa stabilendo che l’obbligo di conservazione degli originali delle fatture non può essere ovviato mediante esibizione di copie fotostatiche ovvero teletrasmesse via fax in assenza di idonea giustificazione da parte del contribuente per […]

IVA: reddito imponibile ricostruito anche in base a pochi documenti

Con la sentenza n. 3853 del 18 febbraio scorso, la Corte di Cassazione ha stabilito che la ricostruzione del reddito del contribuente può avvenire anche tramite la presenza di pochi documenti rinvenuti in azienda. Nel caso di specie, veniva operata una rettifica alla dichiarazione Iva sulla base di quanto rilevato dal verbale di constatazione redatto […]

Assegno, insufficiente per consentire la detraibilità 

La legittimità  della detrazione non può essere dimostrata con la semplice esibizione dei mezzi di pagamento: lo ha affermato la Corte di Cassazione con la sentenza n. 1134 del 19 gennaio 2009. La controversia, sottoposta al giudizio della Suprema Corte, ha ad oggetto l’impugnazione da parte di una società  di un avviso di accertamento, con […]

I prodotti difettosi si computano nel reddito di impresa

La Corte di Cassazione (sent. n. 869 del 15 gennaio 2009) ha accolto il ricorso dell'Amministrazione finanziaria in tema di valutazione delle rimanenze finali per la determinazione del reddito di impresa: se un’azienda ha in magazzino prodotti difettosi, il suo reddito imponibile non diminuisce in quanto tali prodotti non sono beni in lavorazione e il […]

Alle direttive dell’imprenditore? Da lavoratore autonomo a subordinato

Mettere a disposizione del datore di lavoro le proprie energie lavorative e sottostare alle disposizioni dei superiori può significare l’inserimento nell’organizzazione aziendale, così da configurare un rapporto di lavoro subordinato e non autonomo. Lo ha stabilito una recente sentenza della Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, confermando la pronuncia della Corte di Appello di Genova che […]

Leggere la posta elettronica dei dipendenti è legittimo?

La lettura da parte di un datore di lavoro, in determinate condizioni, dei messaggi aziendali di posta elettronica di un dipendente è frutto da diverso tempo di accesi dibattiti, sia in ambiti privati che pubblici. Al di là  di qualsiasi parola, credo valgano i fatti. Di recente, la Corte di Cassazione ha emesso una sentenza […]