SISTRI

Il SISTRI, Sistema di Controllo della Tracciabilità dei Rifiuti, nasce con l'idea di attuare una semplificazione del processo di gestione e tracciabilità dei rifiuti (ospedalieri, urbani, speciali e pericolosi) ma il suo avvio è stato più volte rinviato e poi sospeso fino al 30 giugno 2013 per motivi di ordine tecnico e legale, per poi andare in vigore dall'1 ottobre 2013 per chi tratta rifiuti pericolosi, mentre per i produttori di rifiuti, Comuni e imprese campane la partenza prevista è il 3 marzo 2014. Di fondo, il SISTRI ha il duplice obiettivo di semplificare l’iter di certificazione e tracciabilità dei rifiuti e di rendere trasparente il ciclo di distruzione dei rifiuti abbattendo i costi sostenuti dalle imprese del settore, ma nella realtà - tra rinvii, stop e modifiche alla normativa - il SISTRI non hai mai centrato le aspettative.

Segui le novità e gli aggiornamenti sulla normativa, i sistemi alternativi e il pagamento dei contributo SISTRI su PMI.it.

SISTRI, tutto da rifare: nuovo sistema nel 2015

SISTRI Novità in tema di SISTRI: il decreto Competitività ha prorogato il SISTRI fino al 31 dicembre 2015 e a partire dal prossimo 30 novembre 2014 Selex Service Management, società del gruppo Finmeccanica incaricata nel 2009 di realizzare il sistema di tracciabilità dei rifiuti, interromperà la gestione del SISTRI in coincidenza con la scadenza contrattuale. => SISTRI 2014: novità e approfondimenti Selex abbandona SISTRI Una decisione che è stata presa dall'azienda e comunicata direttamente al ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti con la motivazione di non voler subire...

SISTRI, la bocciatura senza appello delle PMI

SISTRI Le PMI ritengono che un sistema per la tracciabilità dei rifiuti sia irrinunciabile, ma il SISTRI proprio non funziona e in pagella, per oltre la metà delle imprese, si meriterebbe il voto peggiore: uno; tenendo conto anche delle aziende che hanno espresso giudizi più favorevoli, il SISTRI ottiene come voto medio un "bel" due. Insomma, una bocciatura senza appello: è il risultato di un sondaggio del Centro Studi CNA su un campione di 1.700 aziende, alle quali è stato chiesto di esprimersi su tre fattori: funzionalità tecnologica: media in pagella, 2,3. Il 59,5% delle...

RAEE: tutti gli obblighi per le imprese

RAEE Normativa A livello europeo la gestione di rifiuti speciali, o meglio dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE), sanitari, veicoli fuori uso e contenenti amianto è disciplinata dalla Direttiva 2012/19/EU  che sostituisce le precedenti 2002/96/EU e 2003/108/EU. Tali direttive europee sono state recepite in Italia dapprima dal Decreto Legislativo 151 del 25 novembre 2005, con il quale è stato introdotto il sistema di gestione RAEE fondato su raccolta differenziata, trattamento, recupero e smaltimento con oneri accessori a carico di produttori e distributori....

Sabatini bis, Fotovoltaico, ACE, SISTRI: nel Dl Competitività

Energia e competitivita Semplificati gli incentivi della Sabatini bis (acquisto macchinari, ecc.), rafforzato l'ACE (Aiuto alla Crescita Economica), novità sullo spalma incentivi per il Fotovoltaico: sono i principali emendamenti approvati in commissione al Senato al Dl Competitività, approdato nell'aula di Palazzo Madama. Il Dl 91/2014,  il cui iter di conversione dovrà terminare entro il 24 agosto. Vediamo una breve sintesi delle novità. => Confronta con il testo originario del Dl Competitività Sabatini bis I finanziamenti agevolati alle imprese per investono in acquisto di beni...

SISTRI, il Governo apre alle modifiche

SISTRI RIFIUTI Niente abolizione SISTRI come chiedono le imprese ma un cambiamento delle norme improntato alla semplificazione: potrebbe già  arrivare con la conversione in legge del Dl Competitività secondo Silvia Velo, sottosegretario all'Ambiente, in risposta alle interrogazioni alla Camera sul controverso sistema di tracciabilità dei rifiuti. L'iter di conversione del Dl 91/2014, attualmente al Senato, può essere: «occasione per ulteriori miglioramenti del sistema, soprattutto con riferimento alle esigenze di maggiore facilità nell'utilizzo da parte degli utenti». Niente abolizione...

SISTRI nel caos: la cancellazione per microimprese non è automatica

SISTRI L'obbligo del SISTRI, il sistema informatico per la tracciabilità dei rifiuti speciali pericolosi che in questi anni ha creato notevoli disagi alle imprese del settore, è stato abolito lo scorso 30 aprile dal Decreto Ministeriale n. 126 del 24 aprile 2014 per le piccole imprese con meno di 10 dipendenti e, indipendentemente dal numero dei dipendenti, per le imprese agricole, agroindustriali, di pesca professionale e di acquacultura che conferiscono i propri rifiuti a circuiti organizzati di raccolta. Tutte queste imprese ora rischiano però, per questioni burocratiche, di dover pagare...

SISTRI: nuova interfaccia e funzionalità per le aziende

Sistri, proroga al 2015 per le sanzioni Il SISTRI, il Sistema informatico per la tracciabilità dei rifiuti, si arricchisce di nuove funzionalità per le imprese, all’interno dell'applicazione “GESTIONE AZIENDA”. Inoltre,  essendo conclusa la fase di sperimentazione, è stata rilasciata anche una nuova interfaccia di interoperabilità, che include il Metodo per scaricare le registrazioni cronologiche in PDF. => SISTRI: esenzione per PMI fino a 10 dipendenti Nuove funzioni Le nuove funzionalità SISTRI disponibili per le aziende dal portale ufficiale (www.sistri.it) - per operazioni da effettuarsi in piena...

SISTRI: operativa esenzione per PMI fino a 10 dipendenti

SISTRI E' ufficiale: niente SISTRI per imprese fino a dieci dipendenti. Il Ministero dell'Ambiente ha firmato il Decreto Ministeriale 126 del 24 aprile. Una semplificazione a favore delle PMI, che va incontro a una pressante richiesta delle associazioni di categoria e allevia il carico per tante piccole aziende. Il SISTRI è infatti operativo da marzo (con regime transitorio fine a fine 2014 e moratoria sulle sanzioni). =>L'esenzioni SISTRI per imprese sotto i dieci dipendenti Attenzione però: anche le imprese non più tenute ad aderire al sistema elettronico per la tracciabilità dei...

SISTRI in strand by: in scadenza il MUD 2014

MUD Non è ancora attivo in maniera definitiva il SISTRI (Sistema informatico di controllo della tracciabilità dei rifiuti) e, in attesa che diventi completamente operativo, per la gestione dei rifiuti e le dichiarazioni ambientali è stato disposto il MUD 2014 (Modello Unico di Dichiarazione Ambientale). In sostanza fino al 31 dicembre 2014 si continueranno ad applicare gli obblighi ambientali previsti dalla normativa precedente, questo significa che entro il 30 aprile 2014 tutte le categorie di operatori (imprese e amministrazioni) che hanno prodotto e gestito rifiuti nel 2013 e 2014...

SISTRI: contratto conforme alle leggi

SISTRI Non si placano le polemiche intorno al SISTRI, dopo i quattri arresti per corruzione nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Napoli, da cui prende le distanze Selex ES (gruppo Finmeccanica), concessionaria della gestione del sistema sul sistema di tracciabilità dei rifiuti. Una nota ufficiale sulle recenti cronache giudiziarie precisa che le persone coinvolte «non sono da tempo più dipendenti e non hanno più alcun rapporto di lavoro con Selex ES e con le sue controllate». => SISTRI:dopo lo scandalo tutto da rifare Validità SISTRI La vicenda ha riaperto un capitolo doloroso...

X
Se vuoi aggiornamenti su SISTRI: contratto conforme alle leggi

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy