SISTRI

Il SISTRI, Sistema di Controllo della Tracciabilità dei Rifiuti, nasce con l'idea di attuare una semplificazione del processo di gestione e tracciabilità dei rifiuti (ospedalieri, urbani, speciali e pericolosi) ma il suo avvio è stato più volte rinviato e poi sospeso fino al 30 giugno 2013 per motivi di ordine tecnico e legale, per poi andare in vigore dall'1 ottobre 2013 per chi tratta rifiuti pericolosi, mentre per i produttori di rifiuti, Comuni e imprese campane la partenza prevista è il 3 marzo 2014. Di fondo, il SISTRI ha il duplice obiettivo di semplificare l’iter di certificazione e tracciabilità dei rifiuti e di rendere trasparente il ciclo di distruzione dei rifiuti abbattendo i costi sostenuti dalle imprese del settore, ma nella realtà - tra rinvii, stop e modifiche alla normativa - il SISTRI non hai mai centrato le aspettative.

Segui le novità e gli aggiornamenti sulla normativa, i sistemi alternativi e il pagamento dei contributo SISTRI su PMI.it.

Sanzioni SISTRI 2015: conto alla rovescia

SISTRI RIFIUTI Rinviate di due mesi, al primo aprile 2015, le sanzioni SISTRI per la mancata iscrizione o per il mancato versamento del contributo al sistema di tracciabilità dei rifiuti, mentre tutte le altre multe sono rinviate di un anno, e per l'intero 2015 si continua ad applicare il regime transitorio. Gli slittamenti sono inseriti nella legge di conversione del Milleproroghe e per la precisione nell'articolo 9 della legge 11/2015. => SISTRI; doppia registrazione e sanzioni Sanzioni SISTRI Le sanzioni SISTRI prorogate al prossimo 1 aprile 2015 (dal precedente termine del primo febbraio),...

SISTRI: rimborso contributi alle aziende

Rimborsi SISTRI Al via il rimborso da parte dello Stato dei contributi versati dalle imprese della filiera dei rifiuti per l'iscrizione al SISTRI, il sistema di tracciabilità dei rifiuti pericolosi, per gli anni dal 2010 al 2012, tramite restituzione o compensazione sui futuri oneri da versare.. Ad annunciarlo è stato il sottosegretario di Stato all’Ambiente, Silvia Velo, in risposta a una interrogazione parlamentare presentata alla Camera dall’on. Patrizia Terzoni (M5S). Si tratta di contributi indebitamente versati dalle imprese per il SISTRI che negli anni 2010, 2011, 2012 non ha operato. =>...

SISTRI, le sanzioni in vigore

Sanzioni Con il mese di febbraio hanno preso il via le sanzioni per la mancata iscrizione al SISTRI o il mancato versamento del contributo annuale, disposte per i rifiuti pericolosi dall’articolo 260 bis del D.lgs. 152/2006. Sanzioni Questo significa che a partire dal 1° febbraio 2015, essendo terminato il periodo di moratoria per gli operatori obbligati al versamento, in caso di omessa iscrizione e omesso pagamento del contributo annuale nei termini previsti verrà applicata una sanzione amministrativa pecuniaria da 15.500 euro a 93.000 euro. => SISTRI: doppia registrazione e...

SISTRI: doppia registrazione e sanzioni

SISTRI Si avvicina la scadenza per il versamento del contributo SISTRI, il sistema di tracciabilità dei rifiuti, per l'anno 2014, come previsto dal decreto Milleproroghe (decreto-legge 31 dicembre 2014, n. 192) che, però, non ha annullato il doppio binario per la tenuta da parte delle imprese della documentazione SISTRI e dei relativi adempimenti. => Rifiuti imprese: i modelli MUD 2015 Doppio binario Entrambe le documentazioni, infatti, dovranno essere tenute fino al 31 dicembre 2015 sia in modalità cartacea (i classici MUD, formulari e registro carico e scarico) che in modalità...

Rifiuti imprese: guida ai modelli MUD

MUD Nel 2015 sarebbe dovuto sparire il MUD, per essere definitivamente sostituito dal SISTRI, invece anche quest'anno bisognerà presentarlo. Sul Supplemento Ordinario alla Gazzetta Ufficiale del 27 dicembre 2014 è stato pubblicato il decreto che disciplina la presentazione del MUD per l'anno 2015, il nuovo modello unico di dichiarazione ambientale introduce tra le novità una descrizione più analitica su stato fisico e destinazione finale dei rifiuti. => SISTRI 2015: scadenze per contributo imprese Novità MUD 2015 Nel MUD 2015 viene introdotta l'indicazione da parte del produttore...

SISTRI 2015: scadenze per contributo imprese

SISTRI Scade a febbraio il termine per il versamento da parte delle imprese del contribuito SISTRI 2014, il sistema informatico per la tracciabilità dei rifiuti pericolosi che ha fatto tanto discutere in questi anni con a causa delle innumerevoli proroghe al suo avvio. Scadenza contributo SISTRI Nonostante in sette anni il sistema non sia mai riuscito realmente ad andare a regime, il decreto Milleproroghe ha previsto che le imprese paghino entro il 1° febbraio i contributi per l'utilizzo di un sistema che, secondo l'opinione di Rete Imprese Italia, è da ritenersi obsoleto e che: «È...

Milleproroghe: tutti i rinvii normativi

Manovra-2015 Niente sanzioni SISTRI per tutto il 2015, stipendio più basso per i contratti di solidarietà, bloccato come previsto l'aumento della benzina, niente blocco degli sfratti nel 2015: sono alcune delle principali misure contenute nel consueto decreto Milleproroghe di fine anno. Si tratta del decreto legge 192/2014, approvato dal Consiglio dei Ministri dello scorso 24 dicembre, e pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 31 dicembre. Vediamo le principali caratteristiche. Accise Abolita la clausola di salvaguardia in base alla quale era previsto un aumento delle accise sulla benzina. La...

Collegato Ambiente alla Legge di Stabilità: il testo

Green-Economy Via libera della Camera al Collegato Ambiente alla Legge di Stabilità, che contiene il rinvio per un anno dell'obbligatorietà del SISTRI, eliminando le sanzioni per le PMI fino al dicembre 2015. Oltre che sulla tracciabilità dei rifiuti, il Ddl contiene misure su appalti pubblici, sicurezza e valutazioni di impatto ambientale, dissesto idrogeologico, risparmio energetico, fiscalità green  e Green Economy. Il testo del disegno di legge passa ora al Senato, ma vediamo intanto le principali misure previste. => Collegato Ambiente: prima legge per la Green...

Legge di Stabilità: IMU-TASI e SISTRI tra gli emendamenti

Camera Cartelle esattoriali a rate, nuove Web e Local Tax, proroga SISTRI ed Ecobonus, rifinanziamento Sabatini Bis, detrazioni IMU sui beni d'impresa: c'è anche questo tra i 500 emendamenti alla Legge di Stabilità rimasti sul tavolo su 3.700 presentati, a cui si aggiungeranno quelli di Commissione e Governo con esame a partire dal 17 novembre. La discussione sulla Legge di Stabilità nell'aula di Montecitorio è invece fissata per il 27 novembre. Vediamo in dettaglio le principali proposte di modifica. Debiti fiscali Un emendamento chiede di rateizzare le pendenze tributarie per...

SISTRI, tutto da rifare: nuovo sistema nel 2015

SISTRI Novità in tema di SISTRI: il decreto Competitività ha prorogato il SISTRI fino al 31 dicembre 2015 e a partire dal prossimo 30 novembre 2014 Selex Service Management, società del gruppo Finmeccanica incaricata nel 2009 di realizzare il sistema di tracciabilità dei rifiuti, interromperà la gestione del SISTRI in coincidenza con la scadenza contrattuale. => SISTRI 2014: novità e approfondimenti Selex abbandona SISTRI Una decisione che è stata presa dall'azienda e comunicata direttamente al ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti con la motivazione di non voler subire...

X
Se vuoi aggiornamenti su SISTRI, tutto da rifare: nuovo sistema nel 2015

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy