Il Recovery Plan ha scritto la parola “fine” su Quota 100 che fino al 31 dicembre 2021 consentirà l’uscita anticipata dal mondo del lavoro per tutti coloro che vantano almeno 38 anni di contributi con un’età anagrafica minima di 62 anni, senza penalizzazioni sull’assegno (se non quella dovuta al minore montante contributivo).

Tra le ipotesi alternative da inserire nella Riforma Pensioni 2022 ci sono soprattutto Quota 102 e Quota 41. Si parla anche di una Quota 92, che però non sarebbe una vera e propria alternativa a Quota 100, essendo riservata solo a determinate categorie di lavoratori.

Guarda il video di PMI.it per conoscere nel dettaglio queste e altre proposte che potrebbero essere inserite nella prossima Riforma delle Pensioni per garantire ai lavoratori flessibilità in uscita.