Con l’Opzione Donna le lavoratrici del pubblico e del privato, dipendenti e autonome, possono uscire dal mondo del lavoro diversi anni prima rispetto alla pensione di vecchiaia, a patto di accettare un assegno calcolato interamente su sistema contributivo.

In attesa di sapere se con la prossima Riforma delle Pensioni l’Opzione Donna verrà prorogata fino al 2023 o resa strutturale, scopri nel video di PMI.it i dettagli sui nuovi requisiti di accesso previsti dall’ultima Legge di Bilancio, la cui proroga consente di esercitare l’Opzione Donna anche nel 2021.