Tratto dallo speciale:

Chiavette USB Internet: tecnologie, offerte e tariffe

di Marco Mattioli

scritto il

Le più interessanti proposte tariffarie dei principali gestori TLC, per navigare sul Web in mobilità con pen-drive USB, alla luce dei nuovi scenari in via di definizione

Terminali e piattaforme mobili sono sempre più orientati al Web vista la crescente domanda di banda: nell’era iPhone, la connettività ne è uno dei cavalli di battaglia, con un occhio attentissimo all’universo Social Network e Microblogging.

Basta guardare allo sviluppo sistematico di sistemi operativi concepiti per integrarsi nativamente con servizi e funzionalità legati a doppio filo a Internet. Tra tutti, Android è modello di riferimento, grazie alla disponibilità di client preinstallati per interagire con risorse chiave come Google Maps, Google Talks, Google Documents, Google Calendar, Google Search e Gmail.

Non solo: anche le infrastrutture di collegamento in banda larga si stanno aggiornando per soddisfare le esigenze stringenti a livello multimediale degli utenti. Le soluzioni che a medio termine potranno dare una svolta in termini di velocità di connessione saranno presumibilmente basate su standard LTE (Long Term Evolution) e WiMax, che consentiranno di superare il muro dei 100 Mbps in download.

Il recente Mobile World Congress di Barcellona è stata un’occasione per prefigurare i prossimi scenari e la presentazione del chipset BCS500 di Beceem, capace di supportare sia LTE che WiMax, si propone quale punto di incontro tra tali tecnologie. La prospettiva di sviluppare device mobili in grado di operare con entrambe è indubbiamente suggestiva: uno dei punti chiave della convergenza è costituito dalla funzione di commutazione automatica per favorire il passaggio immediato da una rete all’altra secondo una modalità trasparente all’utente.

Al momento si sta invece registrando l’affermazione dello standard HSPA+ (HSPA evoluto9, teoricamente in grado di raggiungere la velocità massima in dowstream di 42 Mbps e in upstream di 22 Mbps. Inoltre, consente di ottimizzare i consumi energetici a favore di una maggiore durata della carica delle batterie, aspetto particolarmente caro agli utenti.

Seconda parte

TIM

Considerando esclusivamente la prestazione teorica massima della connettività, TIM è stata per il momento superata da Vodafone, prevedendo il limite di velocità di 14.4 Mbps. La chiavetta USB Onda MT825UP consente infatti di navigare a tale velocità massima in downlink e di raggiungere 5.76 Mbps in uplink.

` Installabile nei principali sistemi operativi Windows (XP, Vista e Seven 32/64 bit) e Mac OS X (10.4 o superiore), oltre a Linux, aspetto da tenere presente per chi si serva di quest’ultima piattaforma. Uno slot integrato permette l’inserimento di una scheda di memoria in standard micro SD, con capacità massima di 8 GB. Sono disponibili tre offerte consumer corredate da questa chiavetta.

Promo Chiavetta. È costituita dalla chiavetta a 89 euro e da 100 ore mensili di navigazione al costo di 10 euro al mese per 6 mesi anziché 20 euro. Le ore eccedenti vengono computate a 2 euro per 6 mesi, che diventeranno 4 euro alla fine della promozione.

Internet con Chiavetta 30 ore. A 10 euro al mese per 24 mesi consente di navigare per 30 ore al mese, includendo la chiavetta.

Internet con Chiavetta 100 ore . Estende a 100 ore la navigazione mensile, pagando 20 euro al mese per 24 mesi e la chiavetta è nuovamente inclusa.

Per quanto concerne la clientela business di TIM, da dicembre 2009 il calcolo della tariffa di navigazione è passato a tempo. Ciò significa che in assenza di promozioni dati specifiche il costo della navigazione oraria senza limiti è di 3 euro (IVA esclusa), con sessioni anticipate di 15 minuti.

Internet in Mobilità. È un’offerta modulabile che consente anche di includere traffico dati e pen drive, riuscendo a navigare secondo la modalità UMTS Hi-Speed fino a 7.2 Mbps in downstream e 1.400 Kbps in upstream.

Per chi fa un uso limitato del Web, Internet in Mobilità Start è un profilo a consumo, tariffato 2 euro all’ora e include un bonus di 20 ore di connessione per il primo mese. La pen drive è compresa e devono essere corrisposti anche 40 euro una tantum per l’attivazione.

  • A fronte di un canone di 10 euro al mese, Internet in Mobilità 30H comprende un pacchetto base di 30 ore di connessione mensile, terminato il quale sono previsti due pacchetti da 30 ore al costo di 8 euro. Oltre le 90 ore mensili la navigazione passa a consumo a 2 euro l’ora.
  • Chi accede al Web con grande frequenza può rivolgersi a Internet in Mobilità 100H, che con un canone mensile di 21,99 euro include un pacchetto di 100 ore mensili di collegamento, al termine del quale sono acquistabili altri due bundle di 50 ore in successione a 10 euro al mese ciascuno. Superate le 200 ore al mese la navigazione viene tariffata a consumo, sempre a 2 euro l’ora.
  • Infine, Internet in Mobilità Unlimited fissa il canone in 50 euro al mese e si propone come soluzione a volume, includendo 20 GB di traffico dati mensile (il primo è a traffico illimitato). Se si supera tale limite, il costo è di 50 centesimi al MB.

Wind

Wind propone una gamma di offerte per la clientela professionale denominata Leonardo Mega Ore, basata su chiavette che raggiungono al momento la velocità massima di 7.2 Mbps in downlink (HSDPA) e 2 Mbps in uplink (HSUPA). Il gestore ha a listino al prezzo di 59 euro IVA inclusa anche il modello MW823UP di Onda, predisposta per i 10.2 Mbps su rete HSDPA e con memoria espandibile sino a 8 GB con schede microSD.

Leonardo Mega 50 ore è una soluzione adatta per chi naviga saltuariamente e a fronte di un canone di 18 euro a bimestre per SIM include 50 ore di traffico bimestrale. Coloro che navigano con una certa frequenza possono ricorrere a Leonardo Mega 250 ore, che include 250 ore a bimestre con un canone bimestrale di 40 euro per SIM. Chi naviga tutti i giorni può rivolgersi a Leonardo Mega 500 ore, che comprende 500 ore a bimestre per 60 euro di canone bimestrale per SIM. Chi abbia invece la necessità di navigare in massima libertà ha a disposizione Leonardo Mega Unlimited, con traffico illimitato per 90 euro di canone a bimestre per SIM.

Tre

Attualmente supporta la tecnologia HSPA, con valori massimi di 7.2 Mbps in download e 2 Mbps in upload. Per la clientela affari è presente a listino la chiavetta Huawei E122, compatibile con i sistemi operativi Windows 2000, XP, Vista, Seven e Mac OS (Snow Leopard) e con memoria interna espandibile sino a 4 GB con schede microSD. E’ abbinabile a cinque diverse soluzioni.

B.Time Small. Il canone mensile è di 9 euro e viene incluso il traffico Internet di 40 ore al mese sotto copertura Tre nazionale. Il traffico extra viene calcolato in 1 euro l’ora, sempre sotto copertura Tre nazionale, mentre in roaming GPRS nazionale il costo è di 25 centesimi a MB. L’attivazione costa 19 euro una tantum.

B.Time Large. Il canone mensile passa a 19 euro per 350 ore di traffico dati e non vi è alcun costo di attivazione.

B.Unlimited. La connessione diventa a volume e per 29 euro mensili si hanno a disposizione 30 GB di dati al mese. Superato tale limite, il costo è di 5 euro a GB. Non sono previsti costi di attivazione.

B.On. Rispetto alla precedente, il canone mensile è di 19 euro e comprende 5 GB a settimana.

B.Mega. Riduce il volume settimanale dell’offerta B.On a 500 MB, per un canone di 9 euro al mese. Il traffico extra sotto copertura Tre nazionale viene addebitato a 0,25 euro al MB. Il costo di attivazione è di 19 euro.

Tra i primi gestori ad adottare tale aggiornamento tecnologico c’è Vodafone, che ha già a listino alcune offerte rivolte all ‘ utenza professionale, abbinate in particolare alle chiavette Internet, la cui richiesta è in costante ascesa vista la semplicità di connessione al Web attraverso i pc portatili. Oltre a Vodafone, analizzeremo anche le offerte Wind, TIM e Tre.

Vodafone

L’offerta Super Internet Key 28.8 Mega Ready per i clienti business consente di navigare fino a 28.8 Mbps in donwnstream e 5.7 Mbps in upstream. Viene proosta la chiavetta K4505, compatibile con i sistemi operativi Windows 2000 SP4, Windows XP SP3, Windows Vista 32 con SP1 e Mac OS X 10.5, venendo al momento curiosamente meno quella con Windows 7. Integra una memoria interna di 128 MB, espandibile con schede in standard microSD sino a 8 GB. Sono disponibili tre profili per andare incontro a esigenze crescenti degli utenti.

Mobile Broadband L. Prevede un contributo mensile di 20 euro più altri 2 euro al mese per la chiavetta (con spedizione gratuita), e include 60 ore di traffico Internet nazionale a tempo o in alternativa 250 MB di traffico Internet nazionale a volume, sempre con cadenza mensile.

Il piano a tempo prevede una tariffazione a sessioni temporali di 30 minuti ed il costo eccedente è pari a 1 euro per ogni sessione di 30 minuti. Il traffico incluso broadband/UMTS/GPRS è utilizzabile nell’arco dell’intero bimestre di riferimento. Nel piano a volume il costo del traffico eccedente viene invece calcolato in 0,2 centesimi di euro al KB. Per traffico si intende quello nazionale effettivamente scambiato in Internet o Intranet. L’attivazione del profilo prevede una durata minima contrattuale di 24 mesi ed in caso di recesso anticipato è previsto il versamento una tantum di 50 euro, oltre al pagamento delle rate residue della Internet Key a rimborso dei costi sostenuti dal gestore e del valore dell’hardware. Costi e tariffe sono da intendersi IVA esclusa.

Mobile Broadband XL. Rispetto al profilo precedente, il canone mensile sale a 30 euro, includendo però direttamente l‘Internet key. Si può quindi scegliere tra un profilo Internet nazionale a tempo di 300 ore al mese e uno a volume di 600 MB al mese. Le condizioni contrattuali ricalcano le precedenti, salvo che in caso di rescissione anticipata del contratto il corrispettivo aggiuntivo da versare è di 150 euro.

Mobile Broadband Unlimited Plus. Si tratta in pratica di un’offerta flat, da valutare per coloro che devono collegarsi frequentemente e con sessioni di lavoro non preventivabili in termini di durata e quantità di dati scambiati. Il canone mensile è di 50 euro e non vi sono limiti nella navigazione Internet, includendo sia la chiavetta che il software antivirus Vodafone PC Security. Gli altri termini contrattuali ricalcano quelli della precedente offerta.

Occorre precisare che la nuova Super Internet Key 28.8 Mega Ready fa navigare alla velocità massima di 21.6 Mbps ed è solo predisposta per supportare i 28.8 Mbps tramite un aggiornamento del firmware (al momento in cui scriviamo non ancora disponibile). È bene inoltre tenere presente che le prestazioni effettive della connessione dipendono dal luogo nel quale ci si trova, dalla infrastruttura tecnologica disponibile, dal numero di utilizzatori presenti in zona e dal traffico generato.

In particolare, la fase di estensione del supporto alla tecnologia HSPA+ è stata per ora avviata solo a Milano e Roma. Una specifica tabella propone inoltre un raffronto tra i diversi livelli di velocità supportati dalle Internet Key che Vodafone ha attualmente a listino, evidenziando come l’unica attualmente compatibile con la più recente tecnologia sia proprio la K4505, mentre gli altri modelli si fermano invece alla velocità massima di 7.2 Mbps. Il gestore indica inoltre che la tecnologia HSDPA con velocità 14.4 Mbps raggiunge attualmente circa il 65% della popolazione italiana.

Per restare alla velocità di 7,2 Mbps in downlink, l’offerta Vodafone Mobile Broadband Start consente la navigazione con una tariffa a consumo, rivolta a nuovi clienti che attivino un piano voce anch’esso a consumo. Il contributo mensile è pari a 3 euro e il costo del traffico Internet nazionale è fissato in 1 euro all’ora. È richiesto un contributo iniziale una tantum di 29 euro e viene fornita in dotazione l’Internet Key K3765. In via promozionale vengono infine incluse 600 ore di traffico Internet.

Fine prima parte

I Video di PMI