Stampanti inkjet per uffici smart

di Redazione PMI.it

scritto il

In azienda, le soluzioni di stampa devono garantire efficienza e risparmio: oltre alle opzioni noleggio e servizi gestiti, resta strategica la scelta di soluzioni inkjet: indagine Epson.

Aumentano le iniziative volte a favorire una gestione paperless dei documenti amministrativi e aziendali, tuttavia questa innovazione non sembra influire sulla quantità di carta stampata ogni giorno dalle imprese: quasi mille miliardi di pagine ogni anno solo in Europa.

Se da un lato non decresce la necessità di stampa su carta, dall’altro a cambiare sono le esigenze e i criteri di scelta dei dispositivi.

Secondo una ricerca promossa da Epson Italia, infatti, la scelta della stampante aziendale rappresenta ancora uno step importante e basato criteri di valutazione ritenuti determinanti. L’indagine, che ha coinvolto 100 aziende italiane con un parco stampanti che va da meno di 50 a oltre 500 unità, mette in evidenza come solo il 16% utilizzi dispositivi di proprietà mentre nella maggioranza dei casi sono il noleggio o i servizi di stampa gestita (MPS, Managed Print Services) a rappresentare le preferenze delle imprese.

Ma quali sono gli aspetti fondamentali presi in esame? Le aziende tengono conto sia del basso costo di gestione (54%) sia dell’affidabilità e minimizzazione dei fermi macchina (48%), sebbene per un buon 67% degli intervistati l’attenzione alla riduzione dell’impatto ambientale sia molto importante.

Da questo punto di vista, Epson sottolinea come le soluzioni inkjet siano in grado di portare in ufficio efficienza economica e operativa senza rinunciare al vantaggio ambientale: secondo l’organismo di certificazione TÜV Rheinland, ad esempio, passando alla tecnologia inkjet di Epson, le aziende europee potrebbero ridurre di oltre 333.000 tonnellate le emissioni di CO2 (di cui oltre 58.000 tonnellate solo in Italia), risparmiando fino a 176 milioni di euro (oltre 29 milioni in Italia).

Siamo convinti che la tecnologia inkjet sia l’unica alternativa per il futuro della stampa in ufficio – afferma Riccardo Scalambra, Corporate Sales Manager di Epson Italia. – Rispetto alle soluzioni laser, le nostre stampanti inkjet per l’ufficio permettono di risparmiare il 50% sul costo per pagina, di ridurre fino al 98% il tempo impiegato per interventi di manutenzione, di diminuire fino al 95% il consumo energetico e fino al 94% i rifiuti.

La famiglia Epson di stampanti e multifunzione WorkForce per l’ufficio si arricchiste di nuove risorse pensate proprio per soddisfare tutte le moderne esigenze di stampa in ufficio: da WorkForce Pro WF-C579R e WF-C529R alle tre stampanti monocromatiche WF-M5799DWF, WF-M5299DW e WF-M5298DW, da WorkForce Enterprise C17590 in grado di stampare 75 pagine al minuto a WorkForce WF-C579R e WF-C529R.