Sanità Elettronica: le novità EMC a MedMatica 2008

di Redazione PMI.it

scritto il

Standard univoci, piattaforme integrate, gestione ottimale dei dati sanitari: le soluzioni esistenti, le esperienze replicabili e le sfide aperte secondo EMC

4. Quali sono le soluzioni più indicate del vostro portfolio per le aziende ospedaliere?

Pensiamo a come vengono utilizzate le informazioni: il primo requisito è la loro con divisibilità. Questo comporta un’offerta che sia aperta a tutti i tipi di collegamento verso le applicazioni come ad esempio il sistema di storage unificato, EMC CELERRA.

In alcuni ambienti dovremo gestire informazioni ad alte prestazioni, come ad esempio quelle delle basi dati, in altri dovremo privilegiare il basso costo di connessione: ecco che un sistema multiprotocollo ci aiuta a tenere insieme tutte queste esigenze apparentemente divergenti. La stessa informazione, nel corso della sua “vita”, non avrà lo stesso valore: pensiamo ad una radiografia, più importante in fase di analisi e in sala operatoria, meno quando deve essere archiviata; ecco che la stessa infrastruttura avrà “spazio” privilegiato per l’immediata referenziabilità e costi adeguati per l’archiviazione di lungo periodo. E qui finiamo con la parte infrastrutturale; è però evidente come sia il software ad aggiungere valore a quest’ultima: le informazioni dovranno essere salvate, archiviate, schedate e rese disponibili per la consultazione, locale o remota, da parte di medici e pazienti. Per fare questo la piattaforma di gestione documentale di EMC, EMC Documentum, diventa il luogo ideale dove fare vivere la cartella clinica elettronica mentre il tema della sicurezza delle informazioni, anche quando queste si spostano con il paziente, viene gestito dall’offerta RSA, la divisione di sicurezza di EMC.

Un ultimo suggerimento per migliorare la vita degli IT manager delle aziende ospedaliere: puntare su tutta quella serie di elementi di virtualizzazione e controllo che rendono l’infrastruttura condivisa molto efficiente ed efficace.

I Video di PMI

Facebook locations per chi ha più sedi fisiche