Spese di rappresentanza

Tutto sulle spese di rappresentanza: cosa sono e come vengono normate dal DM 19/11/2008, in vigore dal 15 Gennaio 2009. Criteri, limiti e deducibilità.

Definizione

Il Decreto stesso fornisce la definizione generale per le spese di rappresentanza: sono tutte quelle spese sostenute e documentate per erogazioni gratuite di beni e servizi, a fini promozionali o di pubbliche relazioni, ragionevoli in funzione dell’obiettivo di generare anche potenzialmente benefici economici per l’impresa ovvero coerenti con pratiche commerciali di settore.

Ultime notizie

Normativa di riferimento

Insieme al DM 19/11/2008, la normativa di riferimento è rappresentata dall’art. 108 del TUIR (Testo unico delle imposte sui redditi), che puntualizza che le spese di rappresentanza deducibili devono rispettare i criteri di inerenza e congruità precisa che:

  • la pubblicità è l’attività preordinata alla diffusione del nome e dell’immagine dei prodotti di una determinata azienda presso il pubblico;
  • differente è la propaganda, intesa come l’azione di divulgazione di particolari caratteristiche e speciali qualità del bene o del servizio.

Secondo la R.M. 17 settembre 1998, n. 148/E, inoltre le spese di pubblicità sono quelle sostenute per portare a conoscenza della generalità dei consumatori l’offerta del prodotto, stimolando la formazione o l’intensificazione della domanda (ad esempio le cene di natale offerte ai dipendenti non rientrano nelle spese di rappresentanza)

Il riferimento di prassi è la circolare 34/2009 dell’Agenzia delle Entrate, che contiene indicazioni operative sul decreto ministeriale 19 novembre 2008.

Deducibilità

Se il costo dell’omaggio è inferiore ai 258,23 euro la spesa si deduce al 100%. Se gli importi sono più alti si applicano le soglie previste dall’articolo 9 del decreto legislativo 147/2015, che modifica l’articolo 108 del testo unico delle imposte sui redditi.

Per le spese di rappresentanza sono state fissate delle aliquote di deducibilità per l’anno di sostenimento proporzionalmente all’ammontare dei ricavi e dei proventi dell’impresa, di seguito uno schema riepilogativo:

Ricavi/Proventi

Importo massimo deducibile

Fino a € 10 milioni 1,3%
Da oltre € 10 milioni fino a € 50 milioni 0,5%
Oltre € 50 milioni 0,1%

Le spese devono risultare da apposita documentazione, da cui si evincano generalità dei soggetti ospitati, durata e luogo di svolgimento della manifestazione, natura dei costi sostenuti.

Tutti gli articoli
Deducibilità spese

Deducibilità spese di rappresentanza

Focus sulle spese di rappresentanza aziendali: deducibilità a fini fiscali e nuovi limiti introdotti da gennaio 2016, normativa per professionisti e start-up.

Sito Internet

Sito web PA: niente limiti di spesa

Sito web delle aziende pubbliche: costi di gestione senza vincoli di spesa, in quanto attinenti forme di pubblicità obbligatoria a carico di PA e PAL: sentenza della Corte dei Conti.

Deducibilità spese di rappresentanza

E’ pari a 50 euro il limite massimo per la deducibilità dalle imposte sul reddito delle spese di rappresentanza. Il medesimo limite è previsto anche per la detrazione ai fini IVA. E’ proprio il decreto legislativo 21 novembre 2014 n. 175 ad aver creato un maggior coordinamento tra la disciplina delle imposte sul reddito è […]

Fringe benefit

Fringe benefit aziendali, come si calcolano le tasse

Imposizione fiscale dei fringe benefit aziendali, che concorrono al reddito da lavoro dipendente e confluiscono in busta paga: il calcolo voce per voce, dal telefonino ai regali di Natale, dagli omaggi all’auto aziendale fino ai prestiti.

Rimborso IVA all’estero: domande entro 30 settembre

Il 30 settembre è il termine ultimo per presentare la richiesta di rimborso dell’Iva pagata nel corso del 2012 in uno stato membro diverso da quello in cui il soggetto è stabilito. Si tratta, in pratica, di acquisti all’estero fatti dagli operatori economici italiani, acquisti fatti in Italia dagli operatori comunitari e acquisti fatti in […]

Gestire i propri eventi pubblici con Eventbrite

Spesso si ha l’esigenza di organizzare un evento, aziendale senza avere la possibilità  di mettere in piedi un sistema informatico efficiente per la sua gestione. Eventbrite, presente anche in una edizione italiana, offre una piattaforma per gestire eventi in tutte le loro fasi. Per iniziare occorre registrarsi, e subito dopo si viene indirizzati sul modulo […]