Garante Privacy

Il Garante per la protezione dei dati personali, più semplicemente conosciuto come Garante della Privacy, rappresenta un’autorità amministrativa indipendente.
Tale figura venne istituita, con Legge n° 675 del 31 dicembre 1996, anche Legge sulla privacy, con l’obiettivo di assicurare e tutelare il trattamento dei dati personali da parte di terze parti, siano esse enti pubblici o istituzioni private.
La Legge 675/1996 venne successivamente abrogata e sostituita dal D. Lgs. 196/2003, Codice in materia di protezione dei dati personali o Codice della privacy, che ha mantenuto l’esistenza del Garante della Privacy

Compiti del Garante della Privacy

Al Garante della Privacy sono assegnati specifici compiti, fra i quali, i più importanti, sono:

  • controllo del trattamento dei dati a norma di legge;
  • ricezione e verifica di reclami e/o segnalazioni per violazioni e rispondere ai ricorsi degli interessati
  • intervenire, anche d’uffcio, per porre fine a trattamenti illeciti o non corretti di dati sensibili;
  • segnalare e proporre a Governo e a Parlamento interventi normativi atti ad adeguare il codice all’evoluzione del settore, soprattutto in riferimento all’uso e allo sviluppo dei nuovi media;
  • tenere un registro dei trattamenti stabiliti.

Queste, come detto, sono solo alcune delle funzioni in carico al Garante della Privacy che ha, inoltre, facoltà di decidere su eventuali sanzioni amministrative e penali.

Garante della Privacy: come è costituito

Il Garante della Privacy è in realtà un organo costituito da quattro membri eletti a due a due dai rami del Parlamento. Le quattro persone così elette, a loro volta, votano fra di loro un presidente.

Dal 2012 il presidente è Antonello Soro, supportato nel suo lavoro da Augusta Iannini, come Vice Presidente, Giovanna Bianchi Clerici e Licia Califano.

Novità e aggiornamenti in fatto di privacy direttamente dalle stanze del Garante: le decisioni prese in materia di tutela dei dati personali, come adeguarsi e quali le sanzioni previste in caso di inadempienza.

Tutti gli articoli

GDPR: niente sanzioni senza decreto

Con una missiva al Garante Privacy i professionisti del Foro chiedono chiarezza sul GDPR, sospensione delle sanzioni e proroga per l’adeguamento e modulistica ufficiale.

GDPR: fac-simile comunicazione dati DPO

Dal Garante Privacy un fac simile per la comunicazione dati del DPO, il responsabile della protezione dei dati previsto dal GDPR: ecco tutte le informazioni richieste in vista della procedura online di trasmissione.

GDPR: manca il decreto ministeriale

Entro il 21 maggio il Governo deve approvare in via definitiva il decreto che armonizza le leggi italiane al nuovo Regolamento europeo sulla Privacy: cosa resta e cosa cambia con il GDPR.