Documento Valutazione Rischi (DVR)

Dal 1 gennaio 2013 è obbligatorio da parte delle PMI presentare un Documento di Certificazione dei Rischi (DVR) standardizzato, che va a sostituire l’autocertificazione sulla sicurezza del luogo del lavoro utilizzata fino a tal momento. Vediamo su PMI.it che cosa è cambiato, come applicare la nuova procedura, le scadenze e le novità aggiornate.

Tutti gli articoli
stress

Stress lavoro: formazione sul DVR

Seminario formativo su stress lavoro correlato , valutazione del rischio e stesura del DVR per le imprese associate ad Assolombarda.

Infortunio: DVR e responsabilità

Datore di lavoro e delegato alla sicurezza: responsabili di infortunio per mancata valutazione dei rischi connessi e inadeguata informazione al lavoratore.

Contratti di lavoro: obbligo DVR in somministrazione

Nuovo interpello ministeriale sul DVR: adempimenti e obblighi in materia di valutazione dei rischi per l’azienda che stipula un contratto in somministrazione e l’agenzia fornitrice di lavoro temporaneo.

DVR: online le FAQ per le PMI

Da Ministero del Lavoro e INAIL le FAQ sul DVR per le piccole imprese, con chiarimenti e istruzioni sui nuovi adempimenti relativi alla procedura standardizzata.

Sicurezza sul lavoro

Sicurezza Lavoro: Vademecum DVR per PMI

Dal primo giugno niente più autocertificazione per PMI sotto i 10 dipendenti ma DVR con procedura standardizzata o ordinaria, come quelle sotto i 50 dipendenti: dubbi interpretativi sulle esclusioni.

DVR per PMI: come applicare la nuova procedura 2013

Il Ministero del Lavoro chiarisce l’applicazione della procedura standard per la valutazione dei rischi e DVR applicata da febbraio 2013 alle imprese con 10 addetti: opzionale anche per quelle fino a 50.

DVR: tutte le procedure per le PMI sotto i 10 dipendenti

Da gennaio 2013 addio autocertificazione DVR per PMI sotto i 10 addetti: sì alla procedura standardizzata ma senza vincoli, possono rifarsi anche ai criteri generali del Testo unico sulla sicurezza sul lavoro: i chiarimenti del Ministero.