Aumento IVA

L’Aumento dell’IVA al 22% è scattato il primo ottobre 2013 e potrebbe scattare ancora dal 2019. L’Esecutivo non è riuscito ad abolire la gravosa scadenza istituita dal Governo Monti per far rientrare l’Italia nei parametri di deficit stabiliti dall’Unione Europea, e da allora il Governo ripropone la misura prevista dal 2015, ma con slittamento di un anno. L’aumento percentuale dell’aliquota IVA è uno dei provvedimenti volti a recuperare risorse finanziarie necessarie a rientrare nel 3% del rapporto Deficit / PIL stabilito dalla UE.

C’è tuttavia chi, tra economisti, studiosi e addetti ai lavori, valuta la misura antieconomica e non utile alle finalità per cui è stata creata. Questo, per effetto della contrazione dei consumi generata dall’immediato aumento del prezzo finale di beni e servizi. Tutte le novità, i commenti ed i provvedimenti sull’Aumento IVA.

Tutti gli articoli

Riforma Fiscale: le misure in programma

La Riforma Fiscale del governo Conte partirà con la pace fiscale, maxi rottamazione delle cartelle esattoriali, per poi passare alla flat tax e al reddito di cittadinanza: misure in programma e step di attuazione.

Flat tax senza aumento IVA

Niente aumento IVA, parola di Di Maio: alle imprese di Confcommercio il neo ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro promette anche un fisco più leggero.

Stima rincari con aumento IVA

Le stime della CGIA Mestre sugli effetti economici che graveranno sulle famiglie italiane in caso di aumento IVA: necessario trovare le risorse per sterilizzare la clausola di salvaguardia.

Cosa succede se aumenta l’IVA e scende l’IRPEF

Migliora la competitività del sistema, peggiora l’effetto ridistribuito del sistema fiscale: due scenari economici di aumento IVA nella relazione annuale della Banca d’Italia, che simulano una riduzione delle aliquote IRPEF o l’incremento delle detrazioni sul reddito da lavoro.

Italia in cerca di Governo: ipotesi e scenari

Continui cambi di scena sul fronte politico italiano, si riapre l’ipotesi di un Governo politico, magari con la maggioranza M5S allargata a Fratelli d’Italia, ma Cottarelli resta al lavoro sul governo tecnico, giornata positiva sui mercati.

Governo Cottarelli, voto a settembre o nel 2019

Incarico di Governo a Cottarelli fino a nuove elezioni: senza la fiducia in Parlamento si vota a settembre ma senza i tempi tecnici per una Legge di Stabilità 2019 in grado di sterilizzare l’aumento dell’IVA.

Rischio IVA al 25%: trema il mercato

In Italia si riaffaccia il rischio di un aumento IVA che potrà arrivare fino al 25% nel 2021 con l’aliquota agevolata al 13% con ripercussioni pesanti per consumi ed economia, speranze riposte nel nuovo Esecutivo.