A scuola di innovazione (3)

di Stefano Pierini

scritto il

I progetti premiati nelle categorie "Oggetti a sostegno della didattica per i diversamente abili" e "Oggetti per la sensibilizzazione su tematiche sociali, interculturali, ambientali, pari opportunità e di attualità".

Arcipelago

Ormai la scuola è divenuto il luogo primario per l’integrazione multietnica. I bambini nella loro spontaneità non creano barriere comunicative e le loro aperte amicizie possono anche far modificare alcuni atteggiamenti, tradizionali, dei loro famigliari. Il progetto “Arcipelago” è stato sviluppato da 60 ragazzi adolescenti e allievi dell’Istituto Tecnico Commerciale “Romanazzi” di Bari, pertanto essendo collegato ad una formazione interculturale, linguistica e multimediale è ancor più apprezzabile data l’età e i modelli caratterizzanti la loro vita.

La multimedialità (spezzoni di film, testi, immagini, ecc..) è servita per costruire un modulo formativo dove l’elemento didattico era l’analisi critica di film dai quali far scaturire delle linee di ricerca collegate al capire e ad accettare le diversità culturali e comportamentali delle varie popolazioni presenti nel nostro territorio.

La proiezione cinematografica è stata usata per la sua valenza educativa, capace di attrarre lo spettatore più di altre forme espressive a condizione della presenza di un’elevata professionalità da parte del promotore dell’iniziativa. Tra i partners dell’iniziativa il Centro per la Ricerca e la didattica dell’immagine di Bari-Palese, il Walk Studio di Bari, Il CIAS di Brescia e l’ARCI Puglia.